Espandi menu
cerca
Judas and the Black Messiah

Regia di Shaka King vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Mulligan71

Mulligan71

Iscritto dal 6 aprile 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 38
  • Post -
  • Recensioni 1008
  • Playlist 2
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Judas and the Black Messiah

di Mulligan71
8 stelle

 

Dentro la melassa degli Oscar, spiccava questo film di Shaka King, solo al suo secondo lungometraggio, ma sicuramente il sup film più ambizioso. Novello Spike Lee, a cui inevitabilmente "Judas" riporta, dimostra di avere, al momento, più sangue e più palle del regista di Atlanta, caduto un po' in disgrazia. Non mi aspettavo molto da un film che racconta la storia di Fred Hampton, leader delle Black Panthers di Chicago e forse destinato a prendere il posto di Malcolm X, un po' per il regista dallo scarso pedigree e un po' perché gli americani quando fanno film biografici e/o storici, esagerano e non sempre ci prendono. E la candidatura all'Oscar non prometteva. Il film fatica un poco a ingranare, ma una volta inserita la marcia giusta, diventa implacabile, duro, livido e feroce. King ha coraggio e in tempi dove gli afroamericani sono ancora obiettivo di una polizia reazionaria e razzista, "Judas" deflagra come una bomba. Aldilà degli eventi storici, visti con gli occhi di un infiltrato nero al soldo dell'FBI, il messaggio di Fred Hampton, dei suoi sermoni, che risuonano spesso durante la visione e il comportamento criminale della polizia di Chicago e del governo degli Stati Uniti, sono un atto d'accusa molto potente. Non è un racconto patinato, è un film appassionato e sincero, che cattura e coinvolge. Una bellissima sorpresa, per imparare dal passato, correggerlo e riproporlo dentro ai tempi marci e pericolosi di oggi. Complimenti a tutti.

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati