Espandi menu
cerca
Sull'isola di Bergman

Regia di Mia Hansen-Løve vedi scheda film

Recensioni

L'autore

port cros

port cros

Iscritto dall'8 settembre 2013 Vai al suo profilo
  • Seguaci 42
  • Post 4
  • Recensioni 576
  • Playlist 15
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Sull'isola di Bergman

di port cros
8 stelle

74° FESTIVAL DI CANNES – IN CONCORSO

 

Una coppia di cineasti (Tim Roth e Vicky Krieps) giunge in visita all'isola svedese di Farö, dove ha vissuto e girato svariate pellicole il più celebrato regista svedese, di cui sono ovviamente grandi ammiratori. È per loro un momento di crisi creativa e matrimoniale, e per di più vanno pure ad occupare la camera da letto dove è stato girato Scene da un matrimonio, “il film che ha fatto divorziare milioni di coppie”.

La vacanza cinefila lascia, nella seconda parte, spazio ad un vero e proprio film nel film, che è il racconto della moglie al marito della sceneggiatura che i luoghi bergmaniani le hanno ispirato: la storia di una coppia di ex amanti che, ritrovatisi proprio a Farö per un matrimonio, vive un ritorno di fiamma.

Un pisolino ristoratore nella casa-museo dell'autore de Il Settimo Sigillo segna una transizione verso un futuro in cui vediamo la moglie impegnata a dirigere il film che aveva immaginato: gli attori che lo stanno interpretando hanno i volti dei protagonisti del racconto del progetto di sceneggiatura.

La regista Mia Hansen Love, anch’ella appassionata frequentatrice dell'isola svedese, dirige con mano leggera e felice un sentito ed affettuoso omaggio a Ingmar Bergman, intessuto ad una riflessione personale sulle dinamiche di coppia.

Data l'ambientazione in Svezia, non potevano mancare gli Abba, con un trascinante coro sulle note di The Winner Takes It All. Voto: 7,5 su 10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati