Espandi menu
cerca
Spera Teresa

Regia di Damiano Giacomelli vedi scheda film

Recensioni

L'autore

leporello

leporello

Iscritto dal 18 dicembre 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 35
  • Post 5
  • Recensioni 520
  • Playlist 9
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Spera Teresa

di leporello
10 stelle

Fulminante, geniale, un piccolo capolavoro.

Fulminante cortometraggio del marchigiano Damiano Giacomelli, del quale riporto in calce alcune note trovate sul sito “OfficineMattoli.it”. E’ una sequela intensissima, una raffica ininterrotta di trovate davvero esilaranti, irresistibili che, unite alla presa diretta dell’audio che riporta la caratteristica parlata marchigiana (già divertente di suo), e al contrasto ironicamente amaro della location, cioè la realtà post-terremoto che in Italia non finisce mai (tra parentesi: questa, e le altre, non sarebbero tutte emergenze pari ed anzi antecedenti il Covid?), trascinano lo spettatore per un quarto d’ora lasciandolo costantemente senza fiato. I personaggi che intervengono accanto ai due protagonisti (la fantastica Rebecca Liberati e la voce fantasma che la segue filmando, che credo sia quella dello stesso Giacomelli), dal fisarmonicista anziano e un po’ porcello, al nero sordomuto e al suo compare con la pistola a gommini, la nonna di Teresa fino al presentatore del “Festival” finale, compongono una galleria direi quasi felliniana, alla quale si unisce anche una Iva Zanicchi nei panni (quasi) di se stessa con simpatia; e con spirito altrettanto grottesco sono inanellate ad un ritmo esorbitante (la durata di un quarto d’ora esalta il tutto) una serie di situazioni girate e montate con vera maestria, con un finale a dir poco strepitoso.
Vincitore al Torino Film Festival nella sezione cortometraggi italiani. Da vedere assolutamente.

 

 

Damiano Giacomelli nasce nel 1983 a Tolentino (MC).

Dopo gli studi universitari in comunicazione e un master in scrittura cinematografica, inizia a lavorare come filmmaker indipendente, su inchieste televisive a tema sociale (Rai News 24, Current TV).

Attivo dal 2006 con laboratori in istituti scolastici di vario ordine e grado, nel 2010 fonda nella sua città natale il centro di formazione e produzione cinematografica Officine Mattòli.

 

Dal 2007 scrive, dirige e monta diversi lavori, che spaziano dal documentario breve al cortometraggio promozionale per aziende, festival ed enti pubblici. I suoi primi lavori vengono selezionati in alcuni festival nazionali e internazionali e ottengono i primi riconoscimenti (Miglior spot sociale al Perugia social film festival, Miglior corto e miglior attore al Fano Film Festival).

 

Nel 2016 scrive il lungometraggio Cakes, primo premio nella sezione pitch del Roma Web Fest 2016 e sviluppato con Sky original production.

 

Dopo Un rovescio (2014), La strada vecchia (2018) e Spera Teresa (2019) sono i suoi nuovi cortometraggi.

 

La strada vecchia ottiene diversi riconoscimenti, tra cui il primo posto al concorso I Love G.A.I. - Giovani Autori Italiani nell'ambito della mostra del cinema di Venezia e i quattro premi principali al XX Lucania Film Festival.

 

Spera Teresa vince il Torino Film Festival, nella sezione italiana.corti.

 

Nel 2019 esce anche il suo primo film documentario, Noci Sonanti, premiato come migliore opera prima al Biografilm di Bologna e presentato nel concorso internazionale del prestigioso DOK Leipzig.

 

Nel 2013 fonda con Eleonora Savi la società di produzione audiovisiva Officine Mattòli Produzioni.

 

Dal 2010 cura la direzione artistica di Borgofuturo, festival che indaga una prospettiva sostenibile per la dimensione del piccolo borgo italiano.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati