Espandi menu
cerca
Fase IV: distruzione Terra

Regia di Saul Bass vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FABIO1971

FABIO1971

Iscritto dal 15 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 114
  • Post 11
  • Recensioni 526
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Fase IV: distruzione Terra

di FABIO1971
8 stelle

“Promemoria del dottor Ernest D. Hubbs per il segretario della Fondazione Nazionale delle Scienze, Comitato dei Controlli Biologici. Oggetto: squilibrio biologico in una valle dell'alta Arizona. Fatti osservati: gli antagonismi tradizionali fra diverse specie di formiche sono giunti ad una fine improvvisa. Allo stesso tempo c'è stata una presunta scomparsa di quegli insetti che si nutrono di formiche, in particolare mantidi, coleotteri, millepiedi e ragni. Se questa situazione permane si arriverà giocoforza ad un incremento della popolazione delle formiche. Proposta: immediato attacco generale contro la minaccia di squilibrio biologico verso altre forme di vita nella suddetta zona. Modalità operative: impiantare una stazione sperimentale ed attrezzarla con strumenti adeguati a controllare la situazione e qualsiasi conseguenza potenziale. Personale: uno scienziato dirigente, io, più un associato, che sia un tecnico informatico e specializzato in criptologia. A questo riguardo sono stato colpito dal recente lavoro di James R. Lesko, del Centro Subacqueo della Marina a San Diego. Luogo dell'impianto: si consiglia che la stazione sperimentale sia ubicata dove il fenomeno è stato recentemente osservato. Conclusione e raccomandazioni: è essenziale agire con rapidità”.

È soltanto l'incipit, straordinario nell'associare il taglio documentaristico delle immagini delle formiche (realizzate da Ken Middleham) al racconto della voce fuori campo, del suggestivo esordio (rimasto senza seguito) nel lungometraggio di Saul Bass, glorioso title designer per Hitchcock, Wilder, Preminger, Wyler, Wise, Aldrich, Kramer e tanti altri (Quando la moglie è in vacanza, Il grande coltello, L'uomo dal braccio d'oro, La donna che visse due volte, Il grande paeseAnatomia di un omicidio, Intrigo internazionalePsyco, West Side Story, Questo pazzo, pazzo, pazzo mondo): fantascienza apocalittica dalle genuine suggestioni spettacolari, mortificata nel finale (comunque affascinante ed enigmatico) dai tagli della produzione, che alterarono la conclusione della vicenda ideata (e le cui immagini circolarono nei trailer del film) dallo sceneggiatore Mayo Simon (Abbandonati nello spazio e, successivamente, Futureworld - 2000 anni nel futuro). Claustrofobico e angosciante, Fase IV: distruzione Terra (pessimo titolo italiano, che vanifica la progressione narrativa delle quattro fasi della vicenda rivelandone l'esito) trasforma i toni inquietanti dell'apologo sulle degenerazioni del rapporto tra uomo e natura in uno scontro di psicologie in cui ribaltare i ruoli di vittime e carnefici: atmosfere rarefatte, evoluzioni drammaturgiche del racconto affidate all'essenzialità quasi banale dei dialoghi, tensione incalzante (pur con qualche ingenuità), messinscena di impeccabile impatto spettacolare, ingioiellata dalla splendida fotografia di Dick Bush e dalla straniante colonna sonora di Brian Gascoigne e Desmond Briscoe, cast efficacissimo (seppur ridotto ai minimi termini), con Michael Murphy e Nigel Davenport a contendersi la scena insieme alla radiosa bellezza (purtroppo soltanto quella...) di Lynne Frederick (che tre anni dopo sposerà Peter Sellers).

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati