Espandi menu
cerca
18 regali

Regia di Francesco Amato vedi scheda film

Recensioni

L'autore

luabusivo

luabusivo

Iscritto dal 28 luglio 2014 Vai al suo profilo
  • Seguaci 10
  • Post 40
  • Recensioni 44
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su 18 regali

di luabusivo
9 stelle

quando il Cinema racconta la vita com'è e come poteva essere

 

Benedetta Porcaroli, Vittoria Puccini

18 regali (2020): Benedetta Porcaroli, Vittoria Puccini

 

Le storie vere possono essere buoni spunti per un film, nel caso di Elisa Girotto, la mano del regista Francesco Amato ha saputo fare molto di più, trasformando una tragedia dal futuro oscuro in un messaggio di speranza universale.

 

Vittoria Puccini, Edoardo Leo

18 regali (2020): Vittoria Puccini, Edoardo Leo

 

Ispirato ad un fatto di cronaca  accaduto a Spresiano in provincia di Treviso, il film racconta la storia di due donne che non si sono mai incontrate nella vita reale e che grazie alla potenza del Cinema hanno la possibilità di conoscersi. Anna (sorpresona Benedetta Porcaroli)  ad ogni compleanno riceve il regalo postumo della madre Elisa (ottima Vittoria Puccini), deceduta poco dopo il parto e nel giorno del diciottesimo regalo è vittima di un incidente che le permetterà di incontrare sua madre. La grandezza dell'opera di Francesco Amato sta tutta nella ricostruzione del possibile incontro tra madre e figlia in un "terzo tempo" che tutti noi vorremmo vivere, per poter dire e fare cose con persone che non abbiamo più al nostro fianco. Il quarantenne regista torinese mette in scena un melodramma di rara autenticità e leggerezza, dosando come un piccolo chimico sentimento e commedia, dolore e ironia, mantenendo la storia dai forti contenuti drammatici sul binario del vivere quotidiano, senza cedere al sentimentalismo esasperato (qualche lacrimuccia scappa ed è assolutamente necessaria).

 

Benedetta Porcaroli

18 regali (2020): Benedetta Porcaroli

 

Alcuni accenni ricordano Almodovar, il resto è farina del suo sacco (super Amato) e dei bravi sceneggiatori di cui si è circondato, Massimo Gaudioso Davide Lantieri e il "vero" Alessio Vincenzotto, che nell'opera è interpretato da Edoardo Leo. La soluzione tecnica per permettere l'incontro tra Anna e Alessia è assolutamente geniale e coincide con l'essenza del Cinema stesso, che risiede nella possibilità di manipolare e scomporre il tempo per far accadere situazioni che, con altre Arti, non sarebbero realizzabili.

 

Edoardo Leo, Vittoria Puccini

18 regali (2020): Edoardo Leo, Vittoria Puccini

 

18 Regali è al tempo stesso un romanzo di formazione per adulti e non, sia un atto d'amore per il linguaggio del Cinema, un film che si rifà ad alcuni modelli internazionali ma che esprime la propria originalità nell'affidare ad una storia di avventura, tutta la potenza di un melodramma dal sentimentalismo puro.

Ottimo.

 

Lu Abusivo

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati