Espandi menu
cerca
Celebrity

Regia di Woody Allen vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Carlo Ceruti

Carlo Ceruti

Iscritto dal 16 maggio 2004 Vai al suo profilo
  • Seguaci 31
  • Post -
  • Recensioni 3733
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Celebrity

di Carlo Ceruti
6 stelle

La satira sul mondo della celebrità americana di Woody Allen, un mondo fatto di nevrotici, drogati, sessodipendenti e depressi, non manca di fascino e di mordente. Il fatto che già il film s’apra e si chiuda con la scritta ‘Help’ (Aiuto) è un grido disperato dell’autore contro la decadenza della società. Non mancano le consuete riflessioni pessimistiche di Allen sul destino e su come esso sia condizionato unicamente dalla fortuna e non da un Dio o qualche altro essere superiore.

Sono due le storie che Allen mette a confronto, quella dello scrittore Kenneth Branagh e della sua ex moglie Melanie Griffith. Il primo è uno scrittore fallito stufo della sua vita che decide di divorziare dalla moglie, un’insegnante noiosa e senza talento, nevrotica e disperata. Al primo, nonostante la creatività e l'energia, andrà tutto male (sia in campo sentimentale che professionale), alla seconda, nonostante la pochezza e la semplicità del suo essere, tutto bene. È la fortuna l’unica vera dominatrice dei destini, è la pura e semplice casualità, questo sembra volerci dire questa storia.

Non mancano momenti spiritosi e memorabili. Di Caprio, che interpreta una star di hollywood violenta e sessodipendente, è assolutamente geniale.

Ci sono però, purtroppo, anche dei momenti troppo lenti e qua e là il film appare troppo verboso. Non tutti i personaggi sono memorabili, il bianco e nero sembra una forzata velleità autoriale e non sempre il ritmo è incalzante. Ma, per fortuna, alla pellicola non manca spirito ed intelligenza.

Tabellino dei punteggi di Film Tv humor:2 ritmo:2 impegno:2 tensione:1 erotismo:1

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati