Trama

Argentina, 2001. Un gruppo di abitanti di una piccola cittadina raccoglie i propri risparmi per un progetto da sogno e li affida a una banca locale. Un avvocato senza scrupoli, in combutta con il direttore, approfitta della situazione e li deruba di ogni cosa. Mesi dopo, si sparge un pettegolezzo su dove possa essere nascosto il denaro. Il gruppo allora si riunisce, aspettando il momento propizio per agire e recuperare i soldi.

Approfondimento

CRIMINALI COME NOI: UN COLPO CONTRO IL SISTEMA

Diretto da Sebastián Borensztein e sceneggiato dallo stesso con Eduardo Sacheri, Criminali come noi racconta di come nel 2001, in una città sperduta della provincia di Buenos Aires, un gruppo di uomini decida di raccogliere la quantità di denaro necessaria per acquistare alcuni silos abbandonati e costituire una cooperativa agricola. Alla vigilia della grande crisi economica che porta al blocco delle banche del 2001, vedono però bloccati i loro investimenti. Scoprono in seguito che sono stati truffati dal direttore della banca: giunge così per il gruppo il momento di organizzare un colpo per riprendersi quello che è loro.

Con la direzione della fotografia di Rodrigo Pulpeiro, le scenografie di Daniel Gimelberg, i costumi di Julio Suarez e le musiche originali di Federico Jusid, Criminali come noi si basa su un romanzo di Eduardo Sacheri (La noche de la usina) ed è stato così presentato dal regista in occasione della partecipazione al Toronto Film Festival prima e al San Sebastian Film Festival dopo: "Correva l'anno 2001 quando l'Argentina soffriva di una crisi economica e finanziaria che spingeva milioni di persone alla bancarotta e alla disperazione. In questo contesto, un gruppo di persone provenienti da contesti socioeconomici diversi hanno la possibilità di cambiare il sistema, rappresentato nel mio film dall'avvocato Manzi e dal manager bancario Alvarado. Il loro scopo è quello di riprendersi il sogno che è stato loro strappato e uscire vittorioso da un piano per cui nessuno di loro è minimamente preparato, frutto di una fantasia assurda. Il loro colpo è qualcosa che spesso si desidera ma che è improbabile nella vita reale: per questa ragione, ha una sorta di magnetismo unico".

"L'avventura di un gruppo di uomini semplici che lottano contro il potere è il nucleo di Criminali come noi", ha aggiunto Borensztein. "Alcuni passaggi si possono associare al neorealismo italiano, sia per le caratteristiche dei personaggi sia per il colpo che si preparano a compiere: ciò rende facile provare empatia per la loro vicenda. Ho la tentazione di definire il film come una commedia ma, in tutta verità, il dramma è evidente in alcuni passaggi della trama. Nei momenti in cui il tutto diviene drammatico ho voluto concentrarmi maggiormente sulle emozioni, cercando di evitare il melodramma".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Criminali come noi è Sebastian Borensztein, regista e sceneggiatore argentino. Nato a Buenos Aires nel 1963, è particolarmente noto grazie ai premi conquistati da Cosa piove dal cielo?, commedia insignita del premio Goya come Miglior film latinoamericano. Tra i suoi lavori precedenti si… Vedi tutto

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
2019
2019
locandina
Foto
locandina
Foto
Luis Brandoni, Ricardo Darín, Chino Darín, Rita Cortese
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito