Espandi menu
cerca
La salita

Regia di Michael Angelo Covino vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 281
  • Post 187
  • Recensioni 5002
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La salita

di alan smithee
6 stelle

Michael Angelo Covino

The Climb (2019): Michael Angelo Covino

FESTIVAL DI CANNES 72 - UN CERTAIN REGARD Da una vacanza in Costa Azzurra, fino alla amara conclusione del matrimonio di uno dei due, passando per funerali, tradimenti e svelamenti, matrimoni con sorpresa, litigate furenti ed appoggi morali inaspettati e indispensabili, The Climb racconta in otto capitoli una storia di amicizia che unisce, separa, e poi riunisce due trenta/quarantenni che non possono fare a meno di sostenersi a vicenda.

Michael Angelo Covino, Kyle Marvin

The Climb (2019): Michael Angelo Covino, Kyle Marvin

Da uno script felice e brillante, a volte spassoso, spesso amaro ma forte di una ironia pungente - opera a quattro mani dei due interpreti protagonisti (Michael Angelo Covino, anche regista, e Kyle Marvin) , il film di Covino convince e si gode tutto d'un fiato tra risate convinte, spiritosaggini argute, ed altre più amare. La scalata dura (quella suggerita già dal titolo, che si rifà certamente alla durezza delle salite affrontate dai due amici in mountain bike, ma ancor più al percorso sempre in salita che la vita spesso severa ed ingrata ci riserva) a volte estrema, della vita, viene condivisa e resa meno aspra grazie ad una amicizia sincera e senza reali rendiconto, anche quando le cose paiono non dimostrarlo.

Michael Angelo Covino, Kyle Marvin

The Climb (2019): Michael Angelo Covino, Kyle Marvin

Michael Angelo Covino, Kyle Marvin

The Climb (2019): Michael Angelo Covino, Kyle Marvin

Un regista e uno sceneggiatore che diventano attori in una produzione indipendente americana che sprizza amore per la France, che ripaga ed ospita in sezione ufficiale a UCR. Divertente e schietto, amaro, ma capace di sdrammatizzare con l'intelligenza di uno script che sa guardare oltre al dramma, senza tuttavia dimenticarsene.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati