Trama

L'avvenire si prospetta luminoso per Tyler, giovane afroamericano che sembra avere tutto ciò di cui ha bisogno: una famiglia benestante per sostenerlo, un posto nella squadra di wrestling del liceo e una fidanzata di cui è perdutamente innamorato. Determinato a conquistare il successo e costantemente sottoposto allo stretto controllo del benintenzionato ma dispotico padre, Tyler trascorre tutte le sue mattine e le sue serate ad allenarsi. Tuttavia, nel momento in cui viene oltrepassato il limite, la vita apparentemente perfetta di Tyler comincia a mostrare le prime crepe, e la tragedia è pronta a consumarsi.

Approfondimento

WAVES: GLI ALTI E BASSI DELLA VITA

Diretto e sceneggiato da Trey Edward Shults, Waves è ambientato sullo sfondo del South Florida e ripercorre la storia di una famiglia afroamericana di periferia che, guidata da un padre ben intenzionato ma prepotente, va incontro a un percorso emotivo segnato dall'amore, dalla perdita e dall'unione, all'indomani di una grande tragedia.

Con la direzione della fotografia di Drew Daniels, le scenografie di Elliott Hostetter, i costumi di Rachel Dainer-Best e le musiche di Trent Reznor e Atticus Ross, Waves è un racconto straziante sulla compassione, sulla crescita e sulla ricerca di identità nei momenti più bui della vita. Spinta al limite della distruzione, la famiglia ritrova infatti rinascita e rinnovamento grazie all'amore, alla connessione, alla comunicazione e all'espiazione. Ma è anche una presa in esame di come i genitori siano chiamati a confrontarsi con le pressioni e i limiti del loro amore verso i figli: trovare il modo giusto per comunicare eviterebbe a entrambe le parti di essere vulnerabili e di sopravvivere. Ha spiegato il regista: "Devi essere duro con te stesso così il mondo ti sembrerà più facile da affrontare: sembra essere questo il motto seguito da Ronald Williams, il severo e intransigente patriarca al centro delle vicende di Waves. Il suo approccio iniziale con il figlio non è morbido: seppur motivato dalle migliori intenzioni, deve ancora scoprire cosa significa essere padre e cosa scegliere tra paura e amore per essere un genitore migliore. In altre parole, Waves esamina l'amore nelle sue numerose sfumature, evidenziando come sia lo stesso sentimento ad allontanare le persone o a farle riavvicinare. Si può affermare che sia un film sugli alti e bassi dell'amore, romantico o famigliare, su cosa significa seguire una passione per qualcosa e su cosa succede quando tutto va a pazzi".

"Ho cominciato a pensare a Waves ancora prima dei miei due precedenti film. Ero molto giovane quando ho immaginato la storia nella mia mente. Ispirato dalla visione di La vita è un sogno, ho modellato la storia di Tyler Williams, un diciassettenne che sperimenta sulla sua pelle una tragedia indicibile. Subito dopo, è venuta la storia della sorella minore Emily, che vive invece il suo primo vero amore. I due diversi segmenti narrativi sono stati poi uniti dalle vicende dei due genitori dei ragazzi, Ronald e Catharine. Avevo appena visto Hong Kong Express di Wong Kar-wai quando in me è nata l'idea di dividere il film in due parti: la prima sul fratello e la seconda sulla sorella, con i genitori a far da collante".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Waves è Trey Edward Shults, regista, sceneggiatore, produttore e attore americano. Nato nel 1988 in Texas, ha esordito nel 2010 con il cortometraggio Mother and Son, da lui scritto, montato e prodotto. Nel 2011 e 2012 ha lavorato nel mondo della post produzione e ha fatto da stagista per tre differenti… Vedi tutto

Commenti (1) vedi tutti

  • Un fratello ed una sorella adolescenti, due personalità opposte e due stili registici speculari, frenetico e riflessivo, per raccontarci i loro differenti punti di vista. Originale ed estrosa la regia di Trey Edward Shults.

    leggi la recensione completa di port cros
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
7 stelle

Festa del Cinema di Roma 2019 – Selezione ufficiale. Se non sei il numero uno, sei uno zero. Per spronare una persona a rendere al meglio, esisterebbero modi meno ruspanti, ad esempio sarebbe opportuno tentare con un se fai una cosa, cerca di farla bene. Purtroppo, viviamo in una società ultra competitiva, nella quale anche chi potrebbe accontentarsi di confermare la sua posizione… leggi tutto

2 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2019 - SELEZIONE UFFICIALE "Se un giorno potrai permetterti una casa come questa, saprai che nella vita hai fatto la cosa giusta". Il sogno americano è a portata di mano del giovane nero, ma platinato e trendy, Tyler: di buona famiglia - costruitasi da sé con impegno e forte determinazione, rigore e grinta - il ragazzo ha il fisico e l'intelligenza per… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2020
2020
2019
2019

I Migliori Film del 2019

port cros di port cros

Dopo aver colpevolmente trascurato la ricorrenza nel 2017 e 2018 (chissà perché?), ritorna la doverosa e necessaria classifica dei migliori nuovi film visti nel corso dell'anno. Nel passato mi…

leggi tutto

Recensione

supadany di supadany
7 stelle

Festa del Cinema di Roma 2019 – Selezione ufficiale. Se non sei il numero uno, sei uno zero. Per spronare una persona a rendere al meglio, esisterebbero modi meno ruspanti, ad esempio sarebbe opportuno tentare con un se fai una cosa, cerca di farla bene. Purtroppo, viviamo in una società ultra competitiva, nella quale anche chi potrebbe accontentarsi di confermare la sua posizione…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti

Recensione

port cros di port cros
8 stelle

14° FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2019   Un fratello ed una sorella adolescenti, due personalità opposte seppur provenienti dalla stessa famiglia, e due stili registici speculari per raccontarci i loro differenti punti di vista. La prima parte del film è dedicata al maschio Tyler (Kelvin Harrison Jr.) e, come il suo carattere esagitato, lo stile è…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2019 - SELEZIONE UFFICIALE "Se un giorno potrai permetterti una casa come questa, saprai che nella vita hai fatto la cosa giusta". Il sogno americano è a portata di mano del giovane nero, ma platinato e trendy, Tyler: di buona famiglia - costruitasi da sé con impegno e forte determinazione, rigore e grinta - il ragazzo ha il fisico e l'intelligenza per…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
locandina
Foto
Sterling K. Brown, Taylor Russell, Kelvin Harrison Jr., Renée Elise Goldsberry
Foto
Uscito nelle sale italiane il 1 gennaio 1970
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito