Espandi menu
cerca
Gambit. Grande furto al Semiramis

Regia di Ronald Neame vedi scheda film

Recensioni

L'autore

IlGranCinematografo

IlGranCinematografo

Iscritto dal 30 luglio 2014 Vai al suo profilo
  • Seguaci 29
  • Post 4
  • Recensioni 405
  • Playlist 27
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Gambit. Grande furto al Semiramis

di IlGranCinematografo
7 stelle

Irresistibili le scaramucce tra il posato Michael Caine e l'adorabile Shirley MacLaine.

 

In questa elegante commedia giallo-rosa diretta da Ronald Neame, l'inganno domina incontrastato, a partire dallo svolgersi stesso degli eventi. Difatti sembrerebbe che il piano truffaldino ideato dal protagonista per sottrarre un prezioso ritrovato cinese di ceramica proceda senza il minimo sussulto, concludendosi divinamente. Ma tutto è troppo roseo per essere vero: e così, con grande sorpresa, si scopre che quella era solo una proiezione mentale di come si sarebbe dovuto eseguire il colpo, in ogni suo dettaglio e possibile variante. Ovviamente una parte cospicua del divertimento risiede nel fatto che nulla o poco più del reale inscenamento del furto vada secondo quanto previsto, anche perché la giovane donna reclutata come complice dal furbo mascalzone non è mansueta e consenziente come aveva immaginato. Nonostante il metraggio sia soverchio, il copione scritto da Jack Davies e Alvin Sargent è ricco di brio e sguaina un colpo di scena dietro l'altro (geniale la trafila finale con le statue). Irresistibili le scaramucce tra il posato Michael Caine e l'adorabile Shirley MacLaine, abbigliata con vesti orientali. Herbert Lom è il nababbo da imbrogliare. Scenografie impressionanti e regia sicura di sé. Remake nel 2012.

Musiche ad opera di Maurice Jarre, futuro vincitore di non poche statuette.

OTTIMO film (8) — Bollino VERDE

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati