Trama

A Sanremo, nel 1989, un'esile figura femminile percorre i corridoi che portano al palco del teatro Ariston. È Mia Martini al suo rientro sulle scene dopo anni di abbandono: "Sai la gente è strana prima si odia poi si ama" è la prima strofa della sua nuova canzone, della sua nuova vita. Mimì, in una serrata intervista con Sandra, una giornalista che in realtà a Sanremo vorrebbe incontrare Ray Charles e che considera Mia Martini solo un ripiego, ripercorre la sua vita: gli inizi difficili da bohémienne; il rapporto complesso col padre che, pur amandola, la ostacola fino a farle male; una storia d’amore contrastata che la travolge segnando il suo destino sentimentale; il marchio infamante che le si attacca addosso come la peste condizionando la sua carriera con alti e bassi vertiginosi; il buio, fino alla nuova dimensione di vita più pacificata.

Commenti (5) vedi tutti

  • Intenso e commovente film sulla vita di Mia Martini

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Film Biografico essenzialmente svolto bene dagli Interpreti (ovviamente la Rossi Spicca anche vocalmente ma gia' lo si sapeva ...) : Pellicola che lascia il segno.voto.7.5.

    commento di chribio1
  • Diciamo che quando si fa un film del genere,si va sul facile.La sceneggiatura è già scritta e l'attenzione,visto il tragico epilogo,è assicurata.Comunque direi che è un buon film,molto brava Serena Rossi.Finale che mi ha fatto scendere una lacrima... Voto 7

    commento di ILDIODELLERECENSIONI
  • Film più che buono. Serena Rossi strepitosa.

    commento di nds
  • Un bel film, una grande cantante. Emozionante. Brava Serena Rossi nella parte di Mia

    commento di corradop
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

steno79 di steno79
5 stelle

Ennesima biografia televisiva di un mito della canzone italiana, cosa porta di nuovo "Io sono mia" rispetto ai film dedicati a suo tempo a Dalida, Bocelli o De André? La mia risposta sarebbe che non porta granché di nuovo. È un prodotto televisivo che non ha avuto molto senso mandare anche al cinema, diretto da un esperto di fiction, che dà un ritratto abbastanza… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

Spaggy di Spaggy
8 stelle

  È un’incognita ogni sera mia… Era il 1972 quando i versi scritti da Franco Califano regalavano a Mia Martini uno dei più grandi successi della storia della musica italiana: Minuetto, un brano la cui partitura musicale di Dario Baldan Bembo spaziava tra generi e tempo. Quella frase, così banale eppure così pregna di significato, sembrava… leggi tutto

3 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

barabbovich di barabbovich
3 stelle

Era il febbraio del 1989 quando Mia Martini (Rossi), dopo un lungo periodo di eclissi e un problema alle corde vocali che le aveva arrochito la voce, tornò sulle scene per calcare il palcoscenico della più nota kermesse italiana di musica pop: quello di Sanremo. Nei giorni che precedettero la sua esibizione, Domenica Bertè (questo il suo nome all'anagrafe) concesse una lunga… leggi tutto

2 recensioni negative

2019
2019
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

L’intensa e difficile vita di Mia Martini, fra successi e disperazioni, cadute e occasioni per rialzarsi. A 24 anni dalla scomparsa di Mia Martini (1995), prematura e inaspettata, ecco una fiction – targata Rai – per celebrarla. Un lavoro indiscutibilmente realizzato con affetto e senza scadere nell’agiografico, che racconta pregi e difetti di un’artista sempre,…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 29 voti
vedi tutti

Recensione

barabbovich di barabbovich
3 stelle

Era il febbraio del 1989 quando Mia Martini (Rossi), dopo un lungo periodo di eclissi e un problema alle corde vocali che le aveva arrochito la voce, tornò sulle scene per calcare il palcoscenico della più nota kermesse italiana di musica pop: quello di Sanremo. Nei giorni che precedettero la sua esibizione, Domenica Bertè (questo il suo nome all'anagrafe) concesse una lunga…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

steno79 di steno79
5 stelle

Ennesima biografia televisiva di un mito della canzone italiana, cosa porta di nuovo "Io sono mia" rispetto ai film dedicati a suo tempo a Dalida, Bocelli o De André? La mia risposta sarebbe che non porta granché di nuovo. È un prodotto televisivo che non ha avuto molto senso mandare anche al cinema, diretto da un esperto di fiction, che dà un ritratto abbastanza…

leggi tutto

Recensione

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

 Incipit del  film "Io sono mia":Una piccola figura femminile, che percorre i corridoi del teatro Ariston, per  salire infine sul palco di Sanremo.Siamo nel 1989.Quarantotto ore prima del Festival, l'anno del grande ritorno di Mia Martini.sulla scena dopo circa sei anni di abbandono e auto-reclusione.Mia rilascia un’intervista verità ad  una…

leggi tutto

Recensione

germarco di germarco
7 stelle

Non posso essere obiettivo nel giudicare questo film, semplicemente perché Mia Martini è probabilmente la mia cantante preferita, "la" cantante della mia vita. Tutte le donne sono belle, ma ancora di più lo sono nell'atto del cantare, soprattutto se in questo modo riescono a far uscire la loro anima, i loro sentimenti e, ancora di più, a fare uscire anche i tuoi.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

"MARTINI come il drink, MIA come un'attrice che mi piace molto". Questa la genesi del connotato anagrafico di una cantante talentuosa certo, ricercata dai massimi autori che le "regalarono" gioielli come Minuetto, Piccolo uomo, E non finisce mica il cielo, ma non per questo non vulnerabile o insensibile agli attacchi che la sorte avversa, il caso, la sfortuna, e la maldicenza della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
Uscito nelle sale italiane il 14 gennaio 2019

Recensione

Spaggy di Spaggy
8 stelle

  È un’incognita ogni sera mia… Era il 1972 quando i versi scritti da Franco Califano regalavano a Mia Martini uno dei più grandi successi della storia della musica italiana: Minuetto, un brano la cui partitura musicale di Dario Baldan Bembo spaziava tra generi e tempo. Quella frase, così banale eppure così pregna di significato, sembrava…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito