Trama

Fred Flarsky, un giornalista disoccupato colpito dalla sua stessa sfortuna, si sforza di riconquistare quella che una volta era la sua babysitter, che sembra divenuta una delle donne più potenti e irraggiungibili del pianeta.

Approfondimento

NON SUCCEDE, MA SE SUCCEDE...: LO SFORTUNATO GIORNALISTA E LA DONNA PIÙ POTENTE DEL MONDO

Diretto da Jonathan Levine e sceneggiato da Liz Hannah e Dan Sterling, Non succede, ma se succede... racconta la storia dell'improbabile relazione tra Fred Flarsky, un giornalista dallo spirito libero e con una certa propensione a cacciarsi nei guai, e Charlotte Field, una delle donne più influenti al mondo. Intelligente, sofisticata e realizzata, Charlotte è impegnata in politica e ha un particolare talento per ottenere successo nella maggior parte delle cose che fa. I due non hanno nulla in comune a eccezione del fatto che Charlotte ha fatto da babysitter a Fred, innamoratosi ai tempi di lei. Quando i due dopo diverso tempo si ritrovano inaspettatamente, Fred la affascina con la sua autoironia e ricordandole il suo giovanile idealismo. Intenzionata a candidarsi come presidente, Charlotte assume impulsivamente Fred come autore dei suoi discorsi con grande disappunto dei suoi fidati collaboratori. Pesce fuor d'acqua all'interno del team di professionisti di Charlotte, Fred è impreparato a confrontarsi con la vita di lei costantemente sotto i riflettori. Tuttavia, la loro chimica li porterà a vivere un amore inatteso e una serie di inaspettati e pericolosi incidenti.

Con la direzione della fotografia di Yves Bélanger, le scenografie di Kalina Ivanov, i costumi di Mary E. Vogt e le musiche di Marco Beltrami e Miles Hankins, Non succede, ma se succede... è una commedia romantica che ribalta i ruoli di genere e invita a ricordarsi di chi si è. Con una battuta pronunciata nello stesso film, "è tutto come in Pretty Woman solo che Charlotte è come Richard Gere e Fred come Julia Roberts". A spiegare la genesi del progetto è lo sceneggiatore Dan Sterling: "Ho lavorato anni fa con Seth Rogen e il produttore Evan GoldbergThe Interview. Ci siamo ripromessi di tornare a fare qualcosa insieme e, mentre ero impegnato con l'irriverente The Daily Show (un programma televisivo americano di satira, ndr), ho iniziato a elaborare il personaggio di un giovane divenuto con gli anni cinico su tutto, dalla politica all'amore, dal momento che secondo lui nulla sembrava funzionare come dovrebbe. Mi sono poi chiesto cosa sarebbe successo se questo giovane si fosse innamorato di una donna che, al contrario di lui, ha avuto tutto dalla vita e occupa una posizione di potere e prestigio. Come avrebbe adattato la sua visione del mondo a quella dell'amata? Partendo da tale domanda, ho tratteggiato Fred Flarsky, immaginandolo come un giornalista in stile gonzo che sta cercando di lasciare in segno in un'epoca dominata dai mass media. Vicino alla mezza età, Fred ha una carriera che sembra già finita prima ancora di cominciare e non ha mai dimenticato la sua babysitter Charlotte, colei che con i suoi ideali e la sua bellezza lo ha accompagnato nella sua crescita. Charlotte ha proseguito la sua strada ed è diventata tutto ciò che Fred non è: potente, affascinante e irraggiungibile".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Non succede, ma se succede... è Jonathan Levine, regista e sceneggiatore statunitense. Nato nel giugno 1976, Levine ha agguantato il successo di pubblico e critica nel 2011 con la commedia drammatica 50 e 50, presentata in molti festival sparsi per il mondo. Dopo aver studiato Semiotica e Belle Arti,… Vedi tutto

Commenti (2) vedi tutti

  • Una seconda parte pessima mostra i pesanti difetti di sceneggiatura e finisce per sprecare una coppia Rogen-Theron che sembrava funzionare. Film davvero troppo poco coraggioso e che finisce per arenarsi malamente.

    leggi la recensione completa di silviodifede
  • Gradevole film una commedia spumeggiante con attori ben assortiti una colonna sonora splendida tratta da Pretty Woman linguaggio forte un film non per tutti molto raffinato e con riferimenti cinefili che solo chi mastica il cinema riesce a cogliere .

    commento di claudio1959
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

alan smithee di alan smithee
7 stelle

Non succede... ma è successo: che la bella e statuaria ex baby sitter Charlotte Field, che fece innamorare ai tempi il dodicenne e già molto nerd Fred Flarsky, si infatui di costui, sfigato se ce n'è uno, proprio ora che la donna riveste il ruolo della donna in carriera per eccellenza, mentre lui, brillante ma sfortunato giornalista vittima delle sue stesse intuizioni da… leggi tutto

2 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

silviodifede di silviodifede
3 stelle

Quando un film vuole avere una facciata finto-trasgressiva ma sotto sotto vuole mantenere quei canoni poco coraggiosi per provare ad abbracciare un pubblico quanto più ampio possibile, si arriva a un punto in cui si capisce che la coperta è troppo corta e che si assiste a qualcosa senza una vera anima. Questo è quanto succede con "Long Shot" (il titolo originale è… leggi tutto

1 recensioni negative

2019
2019

Recensione

alan smithee di alan smithee
7 stelle

Non succede... ma è successo: che la bella e statuaria ex baby sitter Charlotte Field, che fece innamorare ai tempi il dodicenne e già molto nerd Fred Flarsky, si infatui di costui, sfigato se ce n'è uno, proprio ora che la donna riveste il ruolo della donna in carriera per eccellenza, mentre lui, brillante ma sfortunato giornalista vittima delle sue stesse intuizioni da…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

diomede917 di diomede917
7 stelle

Oggi parleremo di quello strano fenomeno tipico italiano ossia quello di tradurre con dei titoli di merda film che sono tuttaltro dei film di merda ma che appaiono di merda davanti agli occhi del potenziale spettatore. E' il caso della pseudo commedia romantica a forti tinte politicamente scorrette "Non succede, ma se succede..." titolo originale "The Long Shot". Ed era dai tempi di Tutti…

leggi tutto

Recensione

silviodifede di silviodifede
3 stelle

Quando un film vuole avere una facciata finto-trasgressiva ma sotto sotto vuole mantenere quei canoni poco coraggiosi per provare ad abbracciare un pubblico quanto più ampio possibile, si arriva a un punto in cui si capisce che la coperta è troppo corta e che si assiste a qualcosa senza una vera anima. Questo è quanto succede con "Long Shot" (il titolo originale è…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Uscito nelle sale italiane il 7 ottobre 2019
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito