Espandi menu
cerca
Joker

Regia di Todd Phillips vedi scheda film

Recensioni

L'autore

steno79

steno79

Iscritto dal 7 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 209
  • Post 20
  • Recensioni 1348
  • Playlist 106
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Joker

di steno79
8 stelle

Mi sono deciso a vederlo nonostante una netta ritrosia verso il genere. È un film in buona parte risolto, che non merita secondo me le stroncature pesanti di influenti critici americani come il critico del New York Times A.O. Scott. La violenza c'è, ma non è compiaciuta o irresponsabile come questi detrattori sostengono con convinzione. È un film volutamente sgradevole, che vuole collegare la follia omicida di Arthur Fleck al malessere sociale di un'America contemporanea appena dissimulata sotto l'ambientazione degli anni 80. L'omaggio al cinema di Scorsese è dichiarato, da Taxi Driver a Re per una notte, ma il regista Phillips ha buon gioco nel proporci uno stile molto più elaborato delle sue precedenti commedie, con una scenografia molto cupa pur nella sua mimesi di realismo e una fotografia iperrealista che rinforza la sensazione di incubo. Le risorse spettacolari sono sfruttate con intelligenza, e il film perde soprattutto quando strizza l'occhio troppo direttamente allo spettatore con le calcolate apparizioni di Thomas Wayne e di suo figlio Bruce. Joaquin Phoenix offre una delle sue interpretazioni memorabili con uno scavo psicologico degno di un De Niro, di cui può considerarsi l'erede anche se sembra che sul set i diversi metodi di lavoro abbiano cozzato e i due si siano rivolti poco la parola e la rispettiva attenzione; Phoenix riesce comunque a non strafare e a disegnare una convincente evoluzione del personaggio nonostante un colpo di scena nel pre-finale un po' troppo studiato a tavolino. I notevoli incassi stanno ripagando la freddezza dell'accoglienza critica americana, e Phoenix potrebbe essere in prima linea per gli Oscar, pur non essendo questo un prodotto Oscar-friendly. È normale provare un certo disorientamento di fronte al film, ma comunque bisogna riconoscere al regista una buona dose di coraggio e un tentativo di scavare in un territorio che poteva risultare banalmente commerciale e basta. 

Voto 8/10

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati