Trama

Wonder Woman si trova ad affrontare nel 1984 due nemici del tutto nuovo: la super cattiva Cheetah e Max Lord. Fortunatamente al suo fianco avrà ancora una volta il bel pilota Steve Trevor.

Approfondimento

WONDER WOMAN 1984: UNA SUPEREROINA IN PIENI ANNI OTTANTA

Diretto da Patty Jenkins e sceneggiato dalla stessa con Geoff Johns e Dave Callaham, Wonder Woman 1984 ambienta negli anni Ottanta una nuova avventura di Wonder Woman, supereroina dell'universo DC Comics alle prese questa volta con la ricerca di due nuovi formidabili nemici: Max Lord e Cheetah. Il destino del mondo è nuovamente in gioco e Diana Prince è l'unica a poter salvare il pianeta. Mentre vive tra i comuni mortali nel 1984, in un'epoca di eccessi in cui tutti vogliono tutto e subito, Diana mantiene un profilo piuttosto basso, sebbene padroneggi alla perfezione i suoi straordinari poteri. Le circostanze però la costringeranno ad entrare in azione in maniera eclatante e a dover fare appello a tutta la sua forza, saggezza e coraggio, per salvare l'umanità intera.

Con la direzione della fotografia di Matthew Jensen, le scenografie di Alice Bonetto, i costumi di Lindy Hemming e le musiche di Hans Zimmer, Wonder Woman 1984 è il seguito di Wonder Woman, titolo che presentava l'eponima eroina alle prese con la Prima guerra mondiale. Ambientato in un'epoca molto diversa, Wonder Woman 1984 offre uno spaccato degli Stati Uniti di metà anni Ottanta, una nazione all'apice del potere e dell'orgoglio in cui ogni individuo tira fuori il meglio e il peggio di sé. Consumismo, ricchezza, arte, tecnologia e glamour danno l'illusione che tutto sia facilmente a portata di mano, spingendo chiunque a voler sempre di più. In tale contesto, Diana mette alla prova il suo senso di giustizia, correttezza e altruismo, per difendere quell'umanità che ama incrollabilmente. Nonostante i molti anni trascorsi a vivere e lavorare a contatto con gli altri, Diana non riesce a pensare solo a se stessa: è rimasta la stessa donna che 66 anni prima lasciò la sua isola paradisiaca per salvare il mondo dalla distruzione, quello stesso mondo che ora deve salvare da se stesso. Ha spiegato la regista: "Nel primo film, Diana ha affrontato la prima ondata di meccanizzazione del mondo. In questo, invece, è alle prese con l'umanità al culmine del suo successo o, più precisamente, del suo eccesso. Chi ha amato Diana può ritrovare la donna coraggiosa, positiva e ottimista, che ha già conosciuto. Lei rappresenta il nostro lato migliore ed è l'esempio perfetto di ciò che dovrebbero fare i supereroi: mostrarci come essere migliori e ricordarci che siamo noi gli artefici di un mondo migliore".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Wonder Woman 1984 è Patty Jenkins, regista e sceneggiatrice statunitense conosciuta per Monster, il suo film di debutto basato sulla storia della serial killer Aileen Wuornos, e per gli episodi iniziale e finale della serie tv The Killing. Dopo aver iniziato la sua carriera come pittrice alla Cooper… Vedi tutto

Commenti (1) vedi tutti

  • A causa di una pietra magica, nel 1984, Wonder Woman se la deve vedere con un guru della televisione esaltato, un'archeologa che si trasforma in donna ghepardo ed il ritorno del pilota Steve Trevor, morto nel film precedente. La regista si concentra sulla storia d'amore fra Diana e Steve, trascurando le scene d'azione e dilungandosi troppo.

    leggi la recensione completa di Marco Poggi
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

ilcausticocinefilo di ilcausticocinefilo
2 stelle

  The Wonder Move, o dell’incredibile, fantasmagorica, stupefacevole abilità di far peggio del passato. La cosa che – extra-diegeticamente – si arriva a trovare colpevolmente più divertente di tutte è il profluvio di recensioni da “cuore infranto” di quanti – specie anglosassoni – avevano adorato, per i soliti oscuri ed… leggi tutto

1 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Marco Poggi di Marco Poggi
6 stelle

A causa di una pietra magica, nel 1984, Wonder Woman se la deve vedere con un guru della televisione esaltato, un'archeologa che si trasforma in Cheeta, la donna ghepardo ed il ritorno del pilota Steve Trevor, che era morto nel film precedente. La  regista si concentra sulla  ritrovata storia d'amore fra Diana e Steve, trascurando le scene d'azione (che sono poche, ma  belle,… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2021
2021

Recensione

ilcausticocinefilo di ilcausticocinefilo
2 stelle

  The Wonder Move, o dell’incredibile, fantasmagorica, stupefacevole abilità di far peggio del passato. La cosa che – extra-diegeticamente – si arriva a trovare colpevolmente più divertente di tutte è il profluvio di recensioni da “cuore infranto” di quanti – specie anglosassoni – avevano adorato, per i soliti oscuri ed…

leggi tutto
2020
2020

Recensione

Marco Poggi di Marco Poggi
6 stelle

A causa di una pietra magica, nel 1984, Wonder Woman se la deve vedere con un guru della televisione esaltato, un'archeologa che si trasforma in Cheeta, la donna ghepardo ed il ritorno del pilota Steve Trevor, che era morto nel film precedente. La  regista si concentra sulla  ritrovata storia d'amore fra Diana e Steve, trascurando le scene d'azione (che sono poche, ma  belle,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
locandina
Foto
Gal Gadot
Foto
2018
2018
Kristen Wiig
Foto
Uscito nelle sale italiane il 1 gennaio 1970
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito