Espandi menu
cerca
Genitori quasi perfetti

Regia di Laura Chiossone vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 139
  • Post 16
  • Recensioni 9165
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Genitori quasi perfetti

di mm40
2 stelle

Alla festa di compleanno di un bambino di 8 anni i genitori, in partenza educati e rispettosi, si lasciano andare rivelando le loro reali nature di persone maleducate, intolleranti e violente.

Perfetti sconosciuti (Paolo Genovese, 2016) è stato un campione di incassi e perfino un simbolo della rinascita del cinema italiano; Carnage (2011) è una delle ultime pellicole firmate da Roman Polanski, un kammerspiel affidato a quattro solidissimi attori. Genitori quasi perfetti è l’incrocio derivante da questi due film, scimmiottati fin dal titolo e, chiaramente, nelle atmosfere, nell’ambientazione e negli argomenti; francamente qualcosina di più ce lo si poteva anche aspettare, date le interessanti premesse. E cioè (le premesse:) rivelare la brutalità del genitore (con figlio piccolo) d’oggi, dettagliarne l’involuzione umana che va di pari passo con quella dei ‘tempi moderni’, quelli dei social, dell’indignazione, della mancanza di contatto e di tante altre brutture e storture. La sceneggiatura firmata da Gabriele Scotti e Renata Ciaravino non si spinge però granchè in profondità e la storia non va oltre al mero campionario di scenette dall’emozione facile e facilmente pilotata; il cast pesca fra nomi interessanti e non delude, a ogni modo: Lucia Mascino, Paolo Calabresi, Anna Foglietta, Elena Radonicich, Paolo Mazzarelli, Erika Blanc, Marina Rocco e Marina Occhionero sono gli interpreti principali del lavoro. Che è peraltro un’opera seconda a distanza di ben sette anni dalla prima: Laura Chiossone aveva infatti debuttato nel lungometraggio a soggetto nel 2012 con Tra cinque minuti in scena, dopo un buon apprendistato nel videoclip musicale, come ben evidenziano anche certe scene di Genitori quasi perfetti (l’uso del ralenti o del grandangolo, la sequenza coreografata di chiusura). 2,5/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati