Espandi menu
cerca
Il primo anno

Regia di Thomas Lilti vedi scheda film

Recensioni

L'autore

barabbovich

barabbovich

Iscritto dal 10 maggio 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 71
  • Post 7
  • Recensioni 2847
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il primo anno

di barabbovich
6 stelle

Nell’attesa che il Lilti arrivi a grattare il fondo del barile, possiamo goderci questo buddy-movie, un dramedy con momenti prossimi al musical e qualche trovata intensa e originale, come quella che fa riferimento al funzionamento della valvola mitralica, elevata a metafora di un batticuore che non si traduce mai in azione.

Il primo anno da matricole all'università, dove c'è il numero chiuso e quelli che vogliono laurearsi in odontoiatria o in veterinaria sono davvero pochi. Tra i tanti che aspirano a questa selezione darwiniana per la sopravvivenza all'università ci sono due amici: Antoine (Lacoste) - che ce la mette tutta ma fatica a ottenere risultati - e Benjamin (Lebghil), figlio di un chirurgo di fama col quale ha un rapporto difficile. Il film è il racconto della loro amicizia, filtrata attraverso il prisma della loro esperienza da matricole.
Chiunque conosca Thomas Lilti, sa che egli è anche un medico e che tutti i suoi film ruotano intorno a questa professione. Nell'attesa che il quarantenne regista transalpino arrivi a grattare il fondo del barile (avendo già trattato i temi della formazione, della malattia, dei contrasti in ambito professionale), possiamo goderci questo buddy-movie sul quale si allunga l'ombra di un rapporto omosessuale, un dramedy con momenti prossimi al musical e qualche trovata intensa e originale, come quella che fa riferimento al funzionamento della valvola mitralica, elevata a metafora di un batticuore che non si traduce mai in azione.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati