Espandi menu
cerca
Replicas

Regia di Jeffrey Nachmanoff vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alfatocoferolo

alfatocoferolo

Iscritto dal 20 marzo 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 93
  • Post 16
  • Recensioni 1829
  • Playlist 58
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Replicas

di alfatocoferolo
4 stelle

Buoni gli effetti speciali, discreto il soggetto ma tutto si perde in un'esplosione di forzature inverosimili che irritano non poco. Come spesso accade, il regista abusa della sospensione dell'incredulità per dare bellamente dell'idiota allo spettatore.

Quando la fantascienza prevarica il buonsenso, si passa nell'ambito del grottesco o del demenziale. Questo è accaduto con Replicas che da un lato offre buoni spunti ma li spreca tutti con una messa in scena che non sta né in cielo né in terra. Uno scienziato sperimenta metodi per clonare le persone, trasferendo il mappato cerebrale di defunti-cavia in un analogo sintetico innestato su un androide. Guarda caso muore tutta la sua famiglia in un incidente, così nel giro di niente preleva macchinari da milioni di dollari e li porta a casa in scioltezza, attaccandoli a delle batterie d'auto che ha rubato per creare un generatore autonomo; tiene sotto vuoto i suoi familiari per 17 giorni senza che nessuno si accorga di nulla, con la complicità di un suo collega che accetta di essergli complice in una sequela di reati che va dal furto, all'occultamento di cadavere, per non parlare di tutte le leggi infrante con la clonazione umana. Manco a dirlo, tutto va in porto alla grande ma siccome mancava una capsula, un figlio è sparito. Nessun problema, basta ficcare i tracciati nel computer e digitare un paio di righe in C++ con scritto "cancella ricordi figlio A" et voilà. Tutto rimosso dalle teste di tutti. Anche di questo figlio nessuno si preoccupa di chieder nulla, come se non fosse mai nato. Sparisce un'auto in un laghetto, 4 cadaveri e nessuno si accorge di niente. In poche ore lui poi riesce a presentarsi al lavoro, lavorare giorno e notte sugli algoritmi per clonare la famiglia, rispondere a messaggi ed email di chi cerca la moglie o la figlia, inviare un messaggio alla scuola per dirgli che da quel momento educherà i figli in casa (per poi rimandarglieli di nuovo come se nulla fosse successo, una volta risvegliati, ndr) e basta. Mi fermo qui, perché non voglio spoilerare il finale, pieno di simili cazzate e di altre ancora più inverosimili.
Adoro la fantascienza, sono riuscito a guardalo tutto ma, a mente fredda, non posso che catalogare questa pellicola come l'immane schifezza che è. 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati