Espandi menu
cerca
Rosemary's Baby

Regia di Roman Polanski vedi scheda film

Recensioni

L'autore

will kane

will kane

Iscritto dal 24 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 82
  • Post 6
  • Recensioni 4131
  • Playlist 23
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Rosemary's Baby

di will kane
8 stelle

Prima ancora dell'avvento dell'indemoniata Linda Blair, intenta a sputare vomito verde su preti e consanguinei ne "L'esorcista",un chiaro segnale del ritorno del Maligno a inquietare gli schermi fu dato da "Rosemary's baby",film di culto e di successo destinato a marchiare la vita del suo autore,Roman Polanski.Rinnovando il mito faustiano del contratto con il Diavolo per l'ambizione circa il successo personale, "Rosemary's baby"( tratto da un romanzo di Ira Levin) è un horror che non concede quasi niente al sangue, e all'esplicazione dell'orrore,lasciando il lavoro a una montante, inesorabile tensione psicologica vissuta per gli spettatori dalla sua protagonista,la sventurata Rosemary, ignara a proposito del turpe progetto di una setta di adoratori del demonio che presentano facce di tranquilli vicini di casa.Il film è costruito con ingegnosa tecnica narrativa,facendo sì che l'inquietudine si insinui a piccole dosi in chi guarda il film,fino allo sconcertante finale ,in cui si può leggere la logica del matriarcato come alibi di una società che comunque,in nome della propria sopravvivenza,accetta i più infami e esecrabili compromessi.Mia Farrow è di una bravura ammirevole nel rendere il nervosismo che si fa terrore di Rosemary,Cassavetes è un ambiguo marito,Ruth Gordon è una signora perbene che cela inconfessabili peccati.Uno degli horror più significativi, intelligenti e di buon gusto che il cinema ci abbia proposto.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati