Espandi menu
cerca
The Mask

Regia di Chuck Russell vedi scheda film

Recensioni

L'autore

George Smiley

George Smiley

Iscritto dal 29 gennaio 2014 Vai al suo profilo
  • Seguaci 57
  • Post 3
  • Recensioni 163
  • Playlist 15
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su The Mask

di George Smiley
8 stelle

Una pellicola sssfumeggiante!

Sarà pure un po' troppo macchiettistico e in alcune parti eccessivamente infantile, avrà anche una morale di fondo un po' scontata e personaggi secondari che non brillano per originalità, ma tutto ciò non ha impedito a "The Mask" di diventare un film cult degli anni '90. Ispirata all'omonimo fumetto ma scevra degli aspetti più morbosi e violenti dello stesso, questa agile e scatenata commedia fantasy è una variazione divertente e originale della storia del dottor Jekyll e del signor Hyde. Il protagonista Stanley Ipkiss (interpretato da un esplosivo e iconico Jim Carrey) è un impiegato di banca timido e represso, preso in giro e sfruttato a causa della sua gentilezza, il quale si invaghisce della cantante Tina Carlyle (Cameron Diaz all'esordio sul grande schermo e all'apice della sua avvenenza), la donna del gangster Dorian Tyrell. Trovata per caso un'antica maschera norrena, indossandola Ipkiss diventa la Maschera, bizzarro personaggio dalla faccia verde e dall'abbigliamento in stile anni '40, dotato di incredibili poteri e di una personalità a dir poco cartoonesca. Sotto queste sembianze crea scompiglio in città, attirandosi l'ostilità proprio di Tyrell e le attenzioni della polizia, tutto questo mentre la vita del suo alterego "normale" va gradualmente fuori controllo.

Il film si regge quasi interamente sulle spalle e sulla straordinaria mimica facciale di Jim Carrey, sulla sua esuberanza fisica e sulla sua capacità di ritrarre con umanità e simpatia il più classico dei "losers" per poi far esplodere tutti i suoi istinti repressi e i suoi desideri sopiti di notte (la maschera infatti, in maniera alquanto simbolica, attua la trasformazione del suo indossatore una volta calato il Sole). La commistione dei generi commedia e gangster con inserti schizoidi da cartone animato funziona splendidamente, merito anche dei bellissimi effetti speciali della Industrial Light & Magic (la compagnia fondata da George Lucas). Da sottolineare è anche il riuscito arco narrativo di Ipkiss/Maschera, il quale al termine del film riuscirà a riconciliare i due estremi della propria personalità e a trovare un equilibrio soddisfacente tra la propria sensibilità ed umanità e la parte più folle e scatenata del suo io, con tuttavia un pirandelliano quesito irrisolto: durante tutto il film, qual era la maschera e quale il vero volto del protagonista?

Muovendosi a ritmo di jazz e con un simpaticissimo oltreché iconico freak come protagonista, The Mask è un film leggero e indimenticabile, bagnato da uno stratosferico e meritato successo al botteghino, che ha sdoganato il talento geniale di Jim Carrey presso il grandissimo pubblico.

La maschera (1994) Jim Carrey, Cameron Diaz maschera 099 Foto stock - Alamy

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati