Espandi menu

cerca
My Italy

Regia di Bruno Colella vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 130
  • Post 16
  • Recensioni 8599
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su My Italy

di mm40
6 stelle

Un produttore italiano cerca fondi per fare un film su quattro artisti stranieri residenti in Italia; ogni tentativo è una porta in faccia, mentre ai quattro potenziali protagonisti della pellicola capita di tutto.

 

Che strano film, questo My Italy, dal titolo rassicurante al limite dell'insignificanza, e invece pieno di idee, di strappi narrativi, di ironia e autoironia. Idealmente Bruno Colella prosegue la traccia di Ladri di barzellette, del 2004, montando un castello di fiction, documentario, cinema amatoriale e professionale, mise en abyme, parodia, per parlare a conti fatti di sè stesso e della sua visione dell'arte - e in particolar modo del cinema, chiaramente - contemporanea. My Italy - budget limitato e trama traballante - non sarà nulla di trascendentale, ma come divertissement con una morale ben precisa coglie nel segno, andando a smitizzare la figura del cosiddetto 'artista' e a ridisegnare i confini del suo territorio, sempre più combacianti con quelli dell'uomo comune, fra quotidiane frustrazioni e situazioni surreali. La maggior attrattiva del lavoro di Colella sta comunque nel cast che prevede partecipazioni più o meno lunghe (mediamente qualche battuta ciascuno) per Serena Grandi, Sebastiano Somma, Rocco Papaleo, Jerzy Stuhr, Nino Frassica, Alessandro Haber, Edoardo Bennato, Achille Bonito Oliva, Piera Degli Esposti, Tony Esposito, Lina Sastri, Pietra Montecorvino, Eugenio Bennato, Enzo Gragnaniello e altri ancora, oltre agli artisti-protagonisti nei panni di sè stessi Thorsten Kirchhoff, H. H. Lim, Krzysztof Bednarski e Mark Kostabi. Ritmo avvincente nonostante la dispersività della storia, fotografia di Blasco Giurato. 6,5/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati