Espandi menu

cerca
Jocks - Angeli in discoteca

Regia di Riccardo Sesani vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 128
  • Post 16
  • Recensioni 8480
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Jocks - Angeli in discoteca

di mm40
2 stelle

Due amici appassionati di musica dance decidono di organizzare l'evento musicale dell'anno: uno spettacolo in discoteca con dj e ballerini. Ai due si aggiunge una ragazza, che piace a entrambi.

 

La storia non esiste, è chiaro fin da subito; la regia, affidata all'inesperto Riccardo Sesani, è incerta; la confezione è molto modesta: Jocks - Angeli in discoteca è una pellicola di scarso appeal, ma con un valore aggiunto tutt'altro che trascurabile: trattasi infatti di un film che testimonia fedelmente lo spirito di un'epoca, quella del passaggio dalla discomusic di fine anni Settanta all'era della dance propriamente detta, storicamente di appartenenza del decennio successivo. Siamo infatti nel 1983 e questo lavoro non potrebbe essere più 1983-esque di così: vestiti colorati e assortiti in maniera che oggi pare casuale, voglia spensierata di divertirsi, uno spirito ottimista di fondo che descrive a perfezione quegli anni del tutto privi di contenuti e dediti al culto dell'immagine, della superficialità e del divertimento a tutti i costi. Nessun nome di rilievo fra i protagonisti, presi dal mondo della musica: Russel Russel è un ballerino e Tom Hooker un cantante, insieme formano il duo centrale della storia; al loro fianco troviamo quindi qualche volto anonimo di contorno e, in particine, due caratteristi del calibro di Armando Brancia (il padre di Titta in Amarcord di Fellini, 1973) e Giuliana Calandra. Bruno Cortini scrive la sceneggiatura insieme a Sesani, qui alla sua terza regia dopo il semisconosciuto Un amore targato Forlì (1976) e Buona come il pane (1981), con Carmen Russo, il titolo più celebre della sua filmografia. Presumibilmente a ragione in rete si sostiene che il film sia stato girato essenzialmente come spottone per la discoteca Altromondo studios, di Rimini, ove effettivamente è girata la parte finale, costituita solamente di balletti e coreografie fino allo sfinimento dello spettatore. 2/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati