Espandi menu
cerca
Brivido

Regia di Stephen King vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mmciak

mmciak

Iscritto dal 3 settembre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 57
  • Post 9
  • Recensioni 2468
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Brivido

di mmciak
4 stelle

"Brivido" diretto nel 1986 da Stephen King,
devo dire che non mi è piaciuto per niente.

La storia racconta che il 19 giugno 1987,
succede che la congiunzione della terra con la coda di
una cometa crea scompiglio sulla terra perché tutti
gli oggetti elettronici,compreso le automobili
e i Camion,si ribellano sull'uomo.

In un autogrill ci sono Bill che è
sotto ricatto dal suo principale che ha costruito
il deposito in una polveriera,arriveranno Connie
e un autostoppista;due sposi in viaggio di nozze
e il figlio di uno dei dipendenti fuggito dal campo sportivo.

Si ritroveranno imprigionati dentro minacciati
dai Tir e alle raffiche di un misterioso mitra.

Il Film prodotto da Dino De Laurentiis,
è l'esordio dietro la macchina
da presa e primo e unico lavoro
dello scrittore Stephen King
ed è tratto dal un suo breve
racconto "Camion", contenuto
nella raccolta "A volte ritornano"
del 1978,ma però sbaglia
completamente il bersaglio.

Infatti l'idea di fondo non è poi male,e fa cominciare
il tutto con vari incidenti anche sul ponte e nel campo
sportivo,e io penso che
volesse fare un "Le brigate della morte"
con i Tir minacciosi,ma si
sente la mancanza di un regista
di professione.

Questo scrivo perché King è incapace a creare tensione
e coinvolgerti della vicenda,e addirittura tutti gli Attori
compreso il duro Emilio
Estevez sono spaesati e sembrano
poco convinti di quello che
stanno facendo,e allora risulta
freddo,insipido e noioso.

A mio parere King alle prese con un suo breve racconto,
perciò un idea da mediometraggio,vuole imitare
Carpenter senza riuscirci anche se ricorda anche "Duel",
e allora allunga il brodo mettendoci in mezzo dei duri,
anche mettendoci ironia con i personaggi degli sposini,
ma fa un buco dell'acqua e risulta un continuo vuoto
narrativo.

A un certo punto si inventa anche che cominciano
a parlare con le macchine,ma è solo un modo
per allungare il brodo per mancanza di idee.

Insomma ti sembra di assistere degli eventi prevedibili,
con un linguaggio molto duro di tutti,e che alla fine
ti annoi e non vedi l'ora che finisce.

Nel Cast figurano anche:

Pat Hingle-Laura Harrington-Yeardley Smith-
John Short-Giancarlo Esposito-Ellen McElduff-
J.C. Quinn-Holter Graham-Frankie Faison-
Leon Rippy e un cameo dello stesso
Stephen King che è un uomo insultato al bancomat.


Invece nel reparto tecnico segnalerei
la colonna sonora che è composta
interamente dai famosi AC/DC,
che è uno dei gruppi preferiti
dallo scrittore statunitense,
e sono inserite le migliori Hit,adesso
non sono un appassionato
di Haevy Metal ma devo dire che è notevole.

In conclusione un brutto Film,
e un uno degli esordi dietro la macchina
da presa e da dimenticare,avendo in mano
anche una buona idea che era
tra "Duel" e "Distretto 13"
ma sviluppata e costruita
male per la mancanza di tensione,
e un atmosfera fredda e noiosa che non ti
coinvolge per niente.

Però premetto che i Film tratti dai suoi racconti
la maggior parte mi sono piaciuti,ma meglio che King
si dedichi alla scrittura e non alla regia,perché con
questo suo unico (e sperando che rimane tale)
lavoro realizza uno dei peggiori prodotti degli
anni '80.

Il mio voto: 2.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati