Espandi menu
cerca
Bob le flambeur

Regia di Jean-Pierre Melville vedi scheda film

Recensioni

L'autore

jonas

jonas

Iscritto dal 14 gennaio 2008 Vai al suo profilo
  • Seguaci 159
  • Post -
  • Recensioni 2511
  • Playlist 14
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Bob le flambeur

di jonas
8 stelle

Robert Montagné detto Bob passa le notti a giocare d’azzardo, spostandosi da un locale di Pigalle all’altro: vent’anni prima una rapina finita male ha posto termine alla sua carriera di bandito, e da allora un poliziotto suo amico controlla che righi dritto; quando scopre che nella cassaforte del casinò di Deauville sono custoditi 800 milioni di franchi, però, la tentazione è troppo forte. Un film che si prende i suoi tempi, e che anzi dà il meglio di sé nella prima parte, con il girovagare senza meta di personaggi scioperati, più che nella preparazione del colpo. Bob è un personaggio che sembra indifferente a tutto, fatta salva l’avversione per alcune precise categorie (i delatori e i papponi): vive una sorta di esistenza postuma, non è interessato sessualmente alla procace ragazzotta alla quale offre ospitalità (l’esordiente Isabelle Corey), e del resto l’unica presenza femminile fissa in casa sua è la donna di servizio; non sappiamo nemmeno perché a suo tempo ha salvato la vita al poliziotto, deviando un proiettile indirizzato a lui (perché era disarmato? o perché chi gli stava sparando sarebbe stato condannato all’ergastolo?). Non cerca denaro per arricchirsi, ma solo per coltivare la sua passione per il gioco: e sarà proprio quella a condurre la storia verso un finale beffardo, a dimostrazione che si può anche rubare onestamente.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati