Espandi menu
cerca
Manganelli volanti, storie che tornano
di yume
post
creato il

L'autore

yume

yume

Iscritto dal 19 settembre 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 115
  • Post 119
  • Recensioni 599
  • Playlist 47
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

Don't clean this blood

 

Era un messaggio incollato su una finestra della scuola Diaz 23 anni fa, il giorno dopo il massacro.

Oggi rivedere quel film di Vicari dà i brividi.

Ma come eravamo allora? Più giovani, certo, e meno disincantati di oggi..

 

7 luglio, caldo infernale in città, chiusi in casa con ventilatore.

Tv accesa, per dimenticare.

Ma che succede? Sembrano tutti impazziti, notiziari a reti unificate, mucchi di gente che corre, polizia che sgomma, interviste a caso, riprese amatoriali dove vedi e non vedi, servizi da studio e reportage appena arrivati perciò caotici.

 

Chiedo al vicino di casa: Ma che succede co’ sto’ caldo?

Risposta: E’ il G8 di Genova, pare che ci sia stato un macello.

Morale della favola: si sta attaccati tutto il giorno alla tele.

 

Dopo qualche giorno: notizie dal vivo, un collega di scuola c’è stato, è scappato in tempo, ci parla della morte di Giuliani.

Il figlio di un amico idem.

Quello che sapremo ce lo diranno giornali e telegiornali, ma ventitrè anni fa fonti alternative sul web erano introvabili, le veline volavano all’impazzata, Berlusconi pontificava senza ritegno e Bush, ahimè, si astiene, quello si astiene sempre e ancora non gli buttano giù le torri,   ma poco manca, chissà se continuerà ad astenersi?

Certo, quell’estate 2001 fu davvero indimenticabile!

 

2012

Dieci anni dopo, anzi undici.

Processi, indagini, testimonianze, condanne.

Poca roba, pochi risarcimenti per le ossa rotte alla scuola Diaz, niente condanne per torture alla caserma Bolzaneto, chissà quell’anziano che stava lì a dormire perchè non era ripartito col suo gruppo in gita di piacere e non aveva trovato alloggio a Genova? Ormai sarà morto, spero di morte naturale, almeno così non pensa più a Genova.

 

Genova... dev’essere una bella città, mi piace per via di Fabrizio De Andrè, ma non sono mai andata da quando sono capace di intendere e di volere, l’unica volta ero quasi bambina, ricordo solo che ero su una barchetta a remi con un limone in mano (sempre prudente,io, il mal di mare no). Di fronte a me un uomo, un nero, bello, ricordo ancora il viso.

E poi il G8.

Mah, terribile, forse non ne sapremo mai abbastanza.

 

2024

E invece no, oggi ne sappiamo abbastanza e quel che è peggio i manganelli ritornano.

Firenze, Pisa, 23 febbraio 2024, cortei pacifici per la Palestina, per Gaza.

Cariche della polizia.

A Pisa è questore Sebastiano Salvo, a Genova era vice questore addetto all’ordine pubblico nel 2001.

Nel nostro piccolo anche a Treviso ci sono state avvisaglie giorni fa. Al presidio in piazza con striscione contro la guerra a Gaza la Digos ha fatto foto (non foto ricordo con cheeese!) e i vigili hanno chiesto i documenti.

 

Perché?

 

“I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz’armi”

   (Costituzione della Repubblica - Titolo I - Parte I - Diritti e doveri dei cittadini - Art.17)

 

“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”

   (Ibidem, art.21)

 

Guardo il film di Daniele Vicari, Diaz- Dont clean up this blood

Vedere oggi questo film mette i brividi. Come sempre il cinema entra nella storia a gamba tesa e ce la racconta tutta.

 

 

 

 

 

Ti è stato utile questo post? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati