Espandi menu
cerca
Vestito per uccidere

Regia di Brian De Palma vedi scheda film

Recensioni

L'autore

hallorann

hallorann

Iscritto dal 7 ottobre 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 89
  • Post 12
  • Recensioni 533
  • Playlist 15
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Vestito per uccidere

di hallorann
9 stelle

Prima di dedicarsi (e di eccellere) nei Gangster-Movie Brian De Palma ha seguito le orme ben delineate di Alfred Hitchcock. Psyco docet.

 

Uno dei pochi autori mainstream della new hollywood americana che sta(va) al passo e al cambio dei tempi. Vestito per uccidere si realizza nell’anno della morte del maestro e segna, al contempo, la fine e l’inizio di un decennio cinematografico, in cui l’ambiguità regnerà nella substantia e il patinato nella forma. Al termine della decade della liberazione sessuale il sesso ritorna ad essere nevrosi, volgare o tabù, represso e malattia.

 

Locandina

Vestito per uccidere (1980): Locandina

 

Kate Miller sogna e compie atti sessuali in odor di ninfomania. Ciò destabilizza e trascende chi vive prigioniero di un corpo classico, borghese e che vuole diventare altro. La Miller muore sotto i fendenti di rasoiate violente e punitive. Idem rischia lo stesso trattamento la testimone meretrice che vende il proprio corpo (molto imminenti Eighties) a caro prezzo.

 

Il detective Marino è il prototipo/stereotipo del poliziotto sboccato, maschilista, cattolico e decisivo nel suo impasto di cinismo e sarcasmo.

 

L’adolescente Peter, figlio di Kate è il genietto, a sua volta, figlio della generazione post Watergate. Un piccolo Harry Caul de La Conversazione e un ante Jack Terry di Blow out, moderno Harry Potter maghetto investigativo, candido e incolume nerd in erba.

 

Angie Dickinson

Vestito per uccidere (1980): Angie Dickinson

 

Nancy Allen

Vestito per uccidere (1980): Nancy Allen

 

Dennis Franz

Vestito per uccidere (1980): Dennis Franz

 

Keith Gordon, Nancy Allen

Vestito per uccidere (1980): Keith Gordon, Nancy Allen

 

Michael Caine attraversa la pellicola con il consueto aplomb, sguardo liquido e travestitismo da contro proverbio l’abito fa il monaco.

 

Il tratto che scandalizzò all’epoca: la misoginia, il sesso esibito, trasgressivo, ostentato nei fatti e nelle parole è il suo punto di forza oggi più di ieri, perché anticipava una tendenza. Di concerto lo stile De Palma: gli specchi, il vojeurismo, il doppio come ossessione filmica oltre che psicologica, i ralenti, il montaggio e il talento nel creare suspense. Infine le musiche dolcemente crudeli del novello Bernard Herrmann italiano Pino Donaggio.

 

Michael Caine

Vestito per uccidere (1980): Michael Caine

 

Michael Caine

Vestito per uccidere (1980): Michael Caine

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati