Espandi menu
cerca
Un tranquillo weekend di paura

Regia di John Boorman vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Furetto60

Furetto60

Iscritto dal 15 dicembre 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 23
  • Post -
  • Recensioni 1557
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Un tranquillo weekend di paura

di Furetto60
7 stelle

Thriller tesissimo

Un  bambino di campagna ,probabilmente autistico e un uomo di città, dialogano  attraverso un poetico e surreale, duello musicale ,tra un banjo e una chitarra acustica. 
Intensissima scena, in bilico tra sogno e realtà, sulle note del brano Dueling Banjos, tra le più toccanti e celebri di questo film, che come incipit, fa immaginare un corso degli eventi lineare e tranquillo come da titolo,invece è il prologo di una discesa lenta ed inesorabile nell'incubo, di quattro amici di Atlanta: Lewis, Ed,Bobby e Drew  a caccia di emozioni forti, che purtroppo per loro, troveranno,sulle rapide del fiume Chattoga,immersi in paesaggi mozzafiato,a bordo Delle loro canoe.

Il tema è il rapporto tra l'uomo e la natura,anzi tra l'uomo civilizzato che evoca una natura semplice e ospitale e si scontra invece contro una natura selvaggia e implacabile,e così il fine settimana lontano dallo stress della metropoli,si trasforma in un viaggio nel tunnel degli  orrori,dove la violenza regna sovrana e domina le scene,in un sovrapporsi di stupri, omicidi, inseguimenti.

Il film vinse diversi premi e fu realizzato con un budget bassissimo a  dimostrazione che quando c'è talento non occorrono grandi mezzi. Ispirato al romanzo "Dove porta il fiume"di James Dickey era un thriller tesissimo, diretto con sapienza e  ritmo da Boorman, che peraltro non si risparmiò, nell'esibizione di scene brutali, in un perfetto cocktail di azione,suspense e poesia, supportato da una fotografia incantevole.Non mancavano intriganti spunti di riflessione, di carattere ambientalista.Recitazione esemplare,mai sopra le righe,di tutti i protagonisti.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati