Espandi menu
cerca
Grand Canyon - Il cuore della città

Regia di Lawrence Kasdan vedi scheda film

Recensioni

L'autore

sasso67

sasso67

Iscritto dal 6 dicembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 96
  • Post 64
  • Recensioni 4480
  • Playlist 42
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Grand Canyon - Il cuore della città

di sasso67
8 stelle

All'indomani della sua uscita nelle sale, dalle pagine dell'Indipendente il critico Giovanni Grazzini, che già non aveva digerito la vittoria di Grand Canyon al Festival di Berlino, scrisse che «...intendiamo equiparare il film per metà a una requisitoria e per metà a una predica, a un pletorico minestrone di moralistici luoghi comuni, espressi con uno stile che ricorda molto da lontano l'emozionante Grande Freddo». Secondo me non era e non è il caso di andarci giù così duro. Il film di Kasdan è lungo più di due ore ed ha indubbiamente delle cadute di tono, così come una visione di fondo troppo ottimistica, quasi che bastasse immergersi nelle meraviglie della natura per rendersi conto della piccolezza dei nostri affanni quotidiani. Ad ogni personaggio, qui, è data una speranza, col cambiare il proprio carattere oppure restando sé stessi. In questo senso, Grand Canyon è meno rispondente allo spirito dei tempi rispetto ad un'opera che anticipa ed alla quale, per certi versi, somiglia, come America oggi (1993) di Altman (a parte l'ambientazione losangelina, la struttura multifocale, l'incidenza del caso sui singoli personaggi, perfino la presenza incombente ed inquietante del terremoto). Probabilmente, proprio in questo suo significato "pacificante", risiede la maggiore qualità di un film da non sopravvalutare, ma neppure da stroncare alla leggera. Peccato che sia poco approfondito il personaggio del produttore-regista splatter Davis (l'unico che resta ben saldo ai suoi principi, legati allo sfruttamento di un genere cinematografico violento ma redditizio), affidato all'interpretazione di Steve Martin.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati