Espandi menu
cerca
Ritorno al futuro. Parte III

Regia di Robert Zemeckis vedi scheda film

Recensioni

L'autore

fede993

fede993

Iscritto dal 25 maggio 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci -
  • Post -
  • Recensioni 107
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Ritorno al futuro. Parte III

di fede993
7 stelle

Carino, protagonisti come sempre eccezionali, ma il film lo pongo un gradino sotto rispetto ai primi due, mi ha colpito di meno, forse perchè i primi due rimangono dei capolavoro. Voto 7

Ritorno al futuro parte 3° conclude la trilogia di ritorno al futuro, con un' avventura ambientata stavolta nel vecchio west. Si riparte dalla fine del precedente capitolo: un fulmine colpisce la Delorean con a bordo Doc, che scompare sotto gli occhi increduli di Marty. Subito dopo, sotto una pioggia battente, lo stesso Marty riceve un plico da un funzionario delle poste: il plico lo manda Doc, dicendo all'amico che stà bene e che si trova nel far west, anno 1885: la scarica del fulmine lo aveva infatti proiettato in quel passato. A quel punto inizia la terza e ultima storia, che vede Marty tornare in quel periodo e ritrovare l'amico. Rispetto ai capitoli precedenti, questo si presenta forse come più lineare e meno complicato, inoltre il carattere dell' avventura va a prevalere su fantascienza e "teorie scientifiche" che avevano accompagnato fino adesso lo spettatore, lo "scienziato pazzo" qui è molto meno pazzo e innamorato; l'ambientazione western da poi un tocco particolare ed inedito alla saga. Ma nel contesto della stessa non poteva esserci finale più degno. Il finale è di quelli che non ti aspetti, ma posso assicurare che stavolta non lascia lo spettatore con l'ansia per un nuovo capitolo, ritorno al futuro si conclude degnamente con la parte terza, la cui valutazione la pongo un gradino sotto rispetto ai primi due.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati