Espandi menu
cerca
Super 8

Regia di J.J. Abrams vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 168
  • Post 118
  • Recensioni 522
  • Playlist 166
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Super 8

di mck
8 stelle

" Walking Distance " :

 

Oh ! You make my motor run !

                            My motor run !

Gun it coming off the line...

 

( the Alien said )

 

 

Voto adulto : *** ½

 

Voto fanciullo ( anche se arrivo a dire che lo trovo un film più Leopardiano che Pascoliano…ormai l’ho scritto…) : *****

 

 

La Copia Conforme di E.T.

 

[ siccome il paragone...

 

( il motore è lo stesso di quello del 1982 : cambia la carrozzeria, l'aerodinamica, le sospensioni, forse il carburante è un po' additivato, cambia il pilota...ma il co-pilota ( il Navigator - R.Kleiser, l'Explorers ( e pure Gremlins, toh ) - J.Dante, l'Invaders - T.Hooper ) è lo stesso...Mr.Amblin & Mr. ILM )

 

...mi pare...nuovo (hic sunt sic) ... elenco alcuni riferimenti : le biciclette, il paesello-quartiere-sobborgo di provincia, la pistola che compare e non scompare, almeno per ora ( non lo so se Super 8 sia più ''adulto'' di E.T., di certo una delle scene migliori del cinema di Spielberg è quella in cui alla fine di "Amistad" il capitano ordina ai cannonieri di fare " Fuoco ! " ), il telefono-casa che qui è più >>> ]

 

-- e ‘di’ District 9 ( <<< ibidem reciproco ), the Goonies ( il sottosuolo ), CloverField ( per le sembianze e le fattezze e per il modo in cui pian piano ci viene mostrata con una progressione non esponenziale la creatura, e giusto per la Factory : ed allora pure Lost : il portellone che si conficca nel terreno, tra la 5a e 6a stagione, quando '' ''tutto ''cambia'' '', il Fumo Nero, qui composto da Macro Nano-Macchine by Rubik ( che ricorda anche le navicelle ‘lego-meccano’ a blocchi di pixel di metallo fluido-componibile degli alieni-umani evolutisi di A.I. ) e the Host – Gwoemul di Joon-ho Bong, capolavoro assoluto ), the Iron Giant di Brad Bird --

 

scava sotto alla superficie del disastro : il film dura, compresi gli ottimi titoli di coda ( un..." Caso " a parte, degno di condividere la scena con i TdC di Ice Age, dei Pixar's, ed i Super 8 degli stessi M.N.Shyamalan, J.J.Abrams, T.Burton, S.Spielberg, G.Lucas...), quasi due ore che non pesano neppure per un secondo ( "solamente" qualche ricucitura ed imbastimento, ovvero l'unire due parti velocemente, accostandole, facendo fare loro l'orlo, e cucendole insieme : il ''concetto'' di wormhole - piegare lo spazio per accorciare le distanze - applicato alla pellicola { ch'è ancora un film girato quasi interamente su/con pellicola ( a parte alcune scene utilizzanti la Red di [ Rec? ] ) } e sopratutto a certi dialoghi...''esplicativo-riassuntivi'' ed "allusivo-referenziali", vedi per esempio la battuta - che evidenzia esplicitamente la ''follia' 'meravigliosa'' dell'opera - che si dicono i ragazzi dopo l'incidente ferroviario : " Come può un pic-up far deragliare un Treno ?! " ).

 

L’…’idea’ del Super 8, comunque, è tutta sua.

 

Se già siete in contemporanea collimante con Three Mile Island ( sindrome cinese invece di sovietica ) non fate pure girare i coglioni al fratello maggiore di E.T., e sin da Quel 1963, poi...

 

Truffaut-Lacombe che saluta gli umanoidi filiformi stilizzati xeno-antropomorfi o Christopher Johnson che lascia gli slums di Johannesburg salutando Wikus al ritmo di " Le Freak...C'est Chic " ( certo non basta una canna a rivalutare Disco Stu o per trasformars'in lui, causa sorella del giovane regista in erba, "quella bella, non l'altra, comprendi vero...?" ).

 

Ma " Heart of Glass " dei Blondie ovviamente rimarrà eternamente legata ad altri anni'80...quelli di " We Own the Night ", con una Venus in Furs realmente Venus e realmente Furs, Eva Mendes...

 

Le BMX non sono delle biciclette ( se lo fossero sarebbero improbabili ) : sono uno stato dell'essere, un'espressione dell'animo.

 

Soggetto e Sceneggiatura by JJ, musiche al solito aderenti e combacianti di M.Giacchino ( non è ancora j.williams, a.desplat, Clint Mansell…), Kyle Chandler di Friday Night Lights e the Kingdom non eccelle per ‘carisma’ ( siamo dalle parti di Beau Bridges, comunque altro calibro ) ed Elle Fanning è brava almeno quanto la sorella maggiore e senz’altro un po’ meno ‘’smorfiosa’’ : e poi ha ‘scelto’ Twixt invece che Twilight…

 

Sicuramente il climax, non scevro da retorica ma anche, per l’appunto, pure pieno di Morale e Visione…è costituito dal momento in cui il Naufrago delle Stelle, lo Straniero in Terra Straniera, il Nemico, la Sentinella, volontariamente solleva le membrane nittitanti e Mostra lo Sguardo, Guardando e Vedendo Joe

 

( d’accordo, non è il DePalma di Femme Fatale o men che meno di Redacted, non è neppure l’Abyss di Cameron, si avvicina di più al miglior Verhoeven di StarShip Troopers, od all’Enemy Mine di Petersen ( Hell in the Pacific, J.Boorman ), ed è però altresì anni luce ben distante dal pur bravo ( ma non in questo caso ), se rapportato a michaelbay, R.Emmerich di indipendenceday, od alla ‘follia’ pura a...'' lie(vi)to fine ''dello Spielberg di War of the Worlds…),

 

tenendolo in pugno come fa King Kong con Fay Wray sull'albero di 'trenta' piani, o Gwoemul nella tana...

 

Alla fine il passaggio all'età adulta è sancito questo si iconicamente con un dono-lascito

 

{ la 'goccia' che fa traboccare il carico di massa metallica ed idrica utile generato attorno alla torre dell'acquedotto, il ciondolo lasciato fluttuare : un taglio autonomo del cordone ombelicale [ che lega tutti i bambini - a seconda del loro luogo e tempo di nascita, ovvio : il Nostro Destino si chiama Geografia e Storia, oltre che DNA - all'assenza della morte ( ed i primi rovelli amoroso-sessuali : Stand By Me / the Body - It ) ] : lo stesso simbolo che il padre aveva recuperato dal 'disastro' ch'era il corpo maciullato della madre }

 

e con un sacrificio...''catartico'' ( il modellino infine esploso ( Zabriskie Point, Giù la Testa, Lovely Bones, the General (B.Keaton) ) ).

 

p.s. : per finire non posso che citare parafrasandola un tantino tal quale la citazione di @Immorale-Lucy/Shulz : '' un film di una carineria sconvolgente ''. Tra l'altro mi sono accorto che pure lui cita Pascoli nella sua opinione...mentre qui non cito tutte le altre opinioni che trovo interessantissime : su 70 almeno 10 son veramente belle.

   

pp.s. : quel "½" che appesantisce il mio 'giudizio' posto all'inizio è tutto da imputare al fanciullo ch'è in me, e lo rivendico : che poi le classifiche, le gare, i premi, i festival siano roba da bambini è ancor più vero : nulla di più serio del Gioco : e JJ rispetta le regole del capo scout Steven...

 

Addenda : osservazioni più o meno pertinenti nate in seguito alla playlist " //www.filmtv.it/playlist/48717/2011-un-anno-di-visioni-introduzione-le-promes/ " di @lorebalda del 15/10/12 :

 

-- Quello che ho con Spielberg è un rapporto di affetto-delusione : paradossalmente Abrams, appiattendosi sul canone estetico del Già Visto (degli studios seppur ''''indipendenti''''), ovvero partendo da Spielberg, passando per tutti i goonies-explorers-navigators-(space)invaders anni '80 ed arrivando a the Iron Giant/District 9 e Cloverfield-Chronicle, mi sembra addirittura non...più consapevole, ma meno Fondamentalista dei Sentimenti...più...canonico, appunto, e 'perciò', in un modo 'contorto' forse, sincero. Certo, quando Spielberg riesce a far passare per la cruna dell'ago il sentimento lasciando fuori i dollaroni (??) è sensazionale, ma molto spesso gli riesce a metà ( Amistad, il Colore Viola, l'Impero del Sole ) o in modo assolutamente-incredibilmente 'contraddittorio' : il bell'inizio di "War of the Worlds" e quel suo finale 'irricevibile' '''perché''' ''impossibile''.

 

--  Sulla non-empaticità dei prot. del film : in certi, lunghi, momenti della pellicola ( pellicola vera, a parte brevi intarsi di digitale ), il Bisogno di Fare Cinema dei ragazzini scompare quasi del tutto ( problemi di...produzione, di...censura, cause di Forza Maggiore ( Lost in la Mancha/Ohio ), litigi sul/fuori dal set...). Però penso...credo...che in fondo tra loro il solo vero Motore Cinematografico Puro sia Charles Kaznyk, il giovane regista del super8 ( poi sui fantastici titoli di coda ), un piccolo Kubrick-Welles-Carl Denham che mai molla. In fondo dove e quando potremmo mai trovarli, in ogni tempo e luogo, un gruppetto di ragazzi di quell'età Tutti Appassionati alla stessa maniera ed in maniera totalizzante di Cinema ? Se prendiamo come contro esempio " Stand by me " : Perfetto ! Pellicola seminale, a suo modo. Cosa legava quei ragazzi quell'estate, però ? Non il cinema, non lo sport, non i fumetti, non le prime cotte, non il fuggire dai ragazzi più grandi ma...un cadavere. Ah...ah...ah...ppunto ! La morte al lavoro... Il loro impegno e la loro costanza mi ha ricordato molto quella dei loro fratelli maggiori in " Diary of the Dead "...

 

--  Il Cinema sarà considerato una vera e propria forma d'Arte dal grande...Grande pubblico ( e quindi sarà relegato nei musei...farà la "fine" della pittura...ed i film che usciranno...corrisponderanno a quello che oggi uno scimpanzé ammaestrato sforna con Paint rispetto a VanGogh ? O con Guitar Hero ? ) solo quando...il Rapporto fra i vivi e i morti che lo abitano sarà soverchiantemente a favore di questi ultimi, come nella Pittura ( e meno in Letteratura e nella Musica ). Da 120 anni --[ oggi si produce un numero immensamente maggiore di film ( non in Italia, nel Mondo ) rispetto a ieri, però il mucchio di cadaveri si accumula con altrettanta velocità, inesorabilmente ]-- esseri umani vengono impressi e cristallizzati in un falso eterno movimento su pellicola ed affini sempre meno affini ma dallo stesso risultato : fra tutte queste persone, oggi, è più grande il numero degli ancora vivi o dei morti ? Che c'entra con Super8 ? Mica lo so...mi piaceva come domanda. A meno che Abrams non uccida il cinema... Anche se in questo michaelbay è avanti pass'indietro-luce.

 

Nota 'finale' (?) : Per questo film ho Volutamente soppresso ogni Freno alla Sospensione dell'Incredulità, ho voluto...per citare una serie che non mi è mai piaciuta...crederci... Riconosco ogni sotterfugio, ogni scorciatoia, ogni retorica, ogni clichè ( il ciondolo nel finale, come punto più 'basso', e la disvelazione dello sguardo, il sollevamento delle membrane nittitanti del Gwoemul / District 9 come punto più 'alto' ) utilizzati da J.J., si. Ma per due orette scarse tutto passa in secondo piano : sono di nuovo in sella alla mia Bmx...!    

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati