Trama

Un percorso nella quotidianità delle donne dei detenuti nelle carceri di Napoli, in un momento dell’anno simbolico come il Natale: storie di solitudine e dignità, di difficoltà quotidiane. Maddalena e Mariarca, Titina e Stefania, giornate fatte di cura per la casa e per i figli e scandite da una necessità ulteriore, l’attenzione per i mariti che seppure “chiusi” in un altro luogo, sono presenti in ogni momento, con la loro assenza. Si prepara il “pacco”, si rimediano i soldi da lasciare “alla porta”, si cerca la solidarietà nelle relazioni di vicinato e ci si prepara per i faticosi colloqui settimanali. 

Note

Gaetano Di Vaio pone l’accento su una forza di volontà che non può lasciare indifferenti, piegata però dalle disfunzioni di una macchina carceraria che è insieme assenza di Stato e presenza di camorra. Applaudito a Venezia 2010 nella defunta sezione Controcampo Italiano, il docufilm punta un faro nella notte e tenta di far luce sulla condizione delle prigioni italiane restando al di qua della barricata, oltre la quale è impossibile stare. Sceglie un linguaggio semplice, come le donne protagoniste, come il messaggio. Senza vezzi e, per fortuna, senza retorica.
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

OGM di OGM
8 stelle

Loro non ci sono, nemmeno a Natale. Sono sempre fuori casa. Per vederli, i loro familiari  devono affrontare attese interminabili, pigiati tra la folla, in condizioni disumane. Perché loro sono detenuti. Sono rinchiusi a Poggioreale, ma l’inferno in cui sono costretti a vivere continua all’esterno delle mura del carcere, nella strada che conduce alla porta di ingresso dei parenti, nelle… leggi tutto

2 recensioni positive

2013
2013

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Loro non ci sono, nemmeno a Natale. Sono sempre fuori casa. Per vederli, i loro familiari  devono affrontare attese interminabili, pigiati tra la folla, in condizioni disumane. Perché loro sono detenuti. Sono rinchiusi a Poggioreale, ma l’inferno in cui sono costretti a vivere continua all’esterno delle mura del carcere, nella strada che conduce alla porta di ingresso dei parenti, nelle…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
2012
2012

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

«Il grado di civilizzazione di una società si misura dalle sue prigioni» scriveva Dostoevskij. Quella raccontata da Gaetano Di Vaio è l’Italia, è Napoli – parte per il tutto – e di civiltà non c’è nemmeno l’ombra. Il loro Natale (già vincitore di svariati festival, tra cui il Babel di Cagliari 2011) è una storia di mogli, madri e figli. Di amore e rabbia, di donne generose…

leggi tutto
Recensione
2011
2011
2010
2010
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito