Bye Bye Germany

Regia di Sam Garbarski

Con Moritz Bleibtreu, Antje Traue, Anatole Taubman, Mark Ivanir, Jeanne Werner, Joel Basman, Tim Seyfi, Joachim Paul Assböck... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Chili
  • Chili
  • Chili
  • Chili
In STREAMING

Trama

Francoforte, 1946. In un campo di deportazione, David Bermann e i suoi amici, tutti sopravvissuti all'Olocausto, hanno un solo scopo: partire per l'America il prima possibile. Hanno però bisogno di denaro e reperirlo non è facile. Tuttavia, David non solo necessita di soldi ma anche di lasciarsi alle spalle il suo passato oscuro. Perché ad esempio ha un secondo passaporto? Perché era all'Obersalzberg, dove si trovava il famoso chalet di Hitler? Era forse in contatto con lo stesso Hitler? A queste domande prova a dare una risposta la bella ma spietata cacciatrice di nazisti Sara Simon.

Approfondimento

BYE BYE GERMANY: DA UN ROMANZO DI MICHEL BERGMANN

Diretto da Sam Garbarski e sceneggiato da Michel Bergmann con la collaborazione dello stesso regista, Bye Bye Germany racconta come a Francoforte nel 1946 David Bermann e i suoi amici ebrei fuggiti al regime nazista sognino di partire per l'America. Ma come possono ottenere il denaro necessario in quel periodo di crisi economica tipico di ogni dopoguerra? Dalle conversazioni udite, realizzano che tutto ciò di cui i tedeschi hanno più bisogno è la biancheria da letto, accompagnata da storie divertenti. I sei amici allora, dotati di spirito di iniziativa, iniziano a recarsi di casa in casa, a lodare le casalinghe con la loro faccia tosta e a convincerle ad acquistare i loro irresistibili "beni". L'attività commerciale va loro alla grande e un futuro luminoso si prospetta all'orizzonte quando alcune domande inerenti al passato di Bermann riaffiorano in superficie. Come mai ad esempio ha due passaporti, uno ebreo e l'altro tedesco? Che cosa è andato a fare in visita nel rifugio di montagna di Hitler? Potrebbe forse aver collaborato con i nazisti? Ben presto, a interessarsi alla figura di Bermann è l'intelligente e attraente ufficiale americana Sara Simon, che concentra le sue forze per riportare in luce i ricordi di guerra di Bermann. Sebbene si sforzi di mantenere il pugno della situazione, per Sara sarà difficile sfuggire al fascino dell'uomo.

Con la direzione della fotografia di Virginie Saint-Martin, le scenografie di Véronique Sacrez, i costumi di Nathalie Leborgne e le musiche originali composte da Renaud Garcia-Fons, Bye Bye Gemany si basa su The Travelling Salesmen (The Teilacher, in originale), il romanzo con cui nel 2010 lo scrittore Michel Bergmann ha fatto il suo debutto. Spiega lo stesso Bergman: "Da molti anni volevo scrivere un romanzo sui venditori ambulanti. Appartengo a una famiglia composta da una lunga serie di venditori e mio padre ricorda in qualche modo il personaggio di Holzmann, uno degli amici di David. Poco dopo la guerra, è tornato a Francoforte da Parigi e ha avviato un'attività di commercio all'ingrosso di lingerie con il fratello David. Ha assunto diversi venditori ambulanti affidando loro il compito di viaggiare in lungo e in largo per la Germania e, proprio come accade nel film, di rifilare merce su merce alle casalinghe. Ho voluto trasformare la sua storia in un romanzo per due precisi motivi. In primo luogo, per commemorare la memoria del defunto zio David, che era il "Re" dei venditori e un comico nato. In secondo luogo, per raccontare cosa ne è stato degli ebrei sopravvissuti all'Olocausto in Germania, un argomento di cui si parla sempre poco. Immigrati o meno, il loro destino rappresenta una sorta di punto cieco nella memoria collettiva del popolo tedesco, un tabù di cui non parlare. Ho immaginato il mio romanzo, per via della ricchezza del materiale raccolto, come il primo capitolo di una trilogia e il fatto che sia stato trasformato in un film mi regala grande soddisfazione: non fornisce risposte su quello che è avvenuto agli ebrei ma prova semmai a dare una possibile spiegazione".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Bye Bye Germany è il regista e sceneggiatore tedesco Sam Garbarski, nato in Germania nel 1948 ma cresciuto in Belgio fino all'età di 22 anni. Dopo aver iniziato la sua carriera da regista nel mondo della pubblicità, Garbarski ha reperito i fondi per il suo film di debutto Le tango des Rashevski,… Vedi tutto

Commenti (2) vedi tutti

  • Ironico. Commovente. Divertente. Drammatico. Tenero. Etico. Film fatto molto bene e bellissimo.

    commento di DelfinoDelfino
  • Soporifero. Da guardare al mattino.

    commento di Levis2004
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

supadany di supadany
4 stelle

L’arte di arrangiarsi apre mille porte, soprattutto quando si parla di presentarsi e vendere un prodotto. Alla lunga emerge il resto, ma saper raccontare una storia è l’abbrivio indispensabile per dare il là a ogni avventura, nel commercio così come in tante altre situazioni. Talvolta, saperci fare con le parole permette di imbrogliare e arrivare al successo con… leggi tutto

1 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

champagne1 di champagne1
6 stelle

Circa 4000 ebrei restarono in Germania alla fine della II Guerra Mondiale, nonostante anni di sofferenze che avevano toccato se stessi o i loro familiari ed amici. Il film ci intrattiene con la storia di David, abile commerciante rinchiuso nei lager nazisti da cui riesce ad emergere per la sua capacità di raccontare le barzellette. Un uomo che pare non prendere mai nulla sul serio, uno… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2021
2021

Recensione

champagne1 di champagne1
6 stelle

Circa 4000 ebrei restarono in Germania alla fine della II Guerra Mondiale, nonostante anni di sofferenze che avevano toccato se stessi o i loro familiari ed amici. Il film ci intrattiene con la storia di David, abile commerciante rinchiuso nei lager nazisti da cui riesce ad emergere per la sua capacità di raccontare le barzellette. Un uomo che pare non prendere mai nulla sul serio, uno…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
2019
2019
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

supadany di supadany
4 stelle

L’arte di arrangiarsi apre mille porte, soprattutto quando si parla di presentarsi e vendere un prodotto. Alla lunga emerge il resto, ma saper raccontare una storia è l’abbrivio indispensabile per dare il là a ogni avventura, nel commercio così come in tante altre situazioni. Talvolta, saperci fare con le parole permette di imbrogliare e arrivare al successo con…

leggi tutto
Recensione
Utile per 11 utenti
2017
2017
locandina
Foto
locandina
Foto
Moritz Bleibtreu
Foto
Moritz Bleibtreu
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito