Espandi menu
cerca
Il cardinale

Regia di Otto Preminger vedi scheda film

Recensioni

L'autore

sasso67

sasso67

Iscritto dal 6 dicembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 93
  • Post 64
  • Recensioni 4478
  • Playlist 42
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Il cardinale

di sasso67
4 stelle

Nel giorno in cui riceve la porpora cardinalizia, il prelato americano Fermoyle ripercorre mentalmente la sua carriera ecclesiastica, caratterizzata anche da qualche scheletro nell’armadio. Lodevole negli intenti, quasi in consonanza con il rinnovamento ecclesiale di Giovanni XXIII e del Concilio Vaticano II, il film di Preminger ha spunti interessanti – come la critica alle posizioni oscurantiste della Chiesa in materia di sesso prematrimoniale, ai suoi rapporti con le altre religioni (Preminger, come il Benny Rampell interpretato da John Saxon, era ebreo), nonché agli atteggiamenti oscillanti tenuti nei confronti del nazismo – ma li annega più volte in una messinscena hollywoodinamente piena di luoghi comuni. Sostenere che “Il cardinale” sia un film sulla Chiesa è come dire che “Il dottor Zivago” sia un film sulla Rivoluzione d’ottobre. Un po’ troppo lungo (175 minuti a passo televisivo!), questo lavoro, indubbiamente spettacolare, si perde in troppi momenti e svolte drammatiche da romanzo ottocentesco, come la parentesi viennese, in cui Fermoyle sta per innamorarsi di una sua allieva (Romy Schneider), o quella, di nuovo ambientata nella capitale austriaca, in cui il marito della ragazza – la quale, per inciso, manifestava simpatie hitleriane – si butta dalla finestra quando dev’essere prelevato dalla Gestapo, per non dire dell’episodio collocato in Georgia, dove il prelato viene addirittura fatto oggetto della violenza del Ku Klux Klan. Altri particolari sono decisamente più interessanti, come il conflitto tra i cardinali della Curia romana, dove prende corpo l’eterno scontro tra progressisti e conservatori, con l’usuale vittoria di questi ultimi.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati