Espandi menu
cerca
Rambo

Regia di Ted Kotcheff vedi scheda film

Recensioni

L'autore

andry10k

andry10k

Iscritto dal 9 gennaio 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 28
  • Post 11
  • Recensioni 195
  • Playlist 5
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Rambo

di andry10k
5 stelle

E' Ted Kotcheff a dirigere questo storico film che diede il via ad una saga cult degli anni 80. E lo fece pure benissimo per quanto mi riguarda, perchè i problemi del film non sono da ricercare per nulla nel comparto tecnico che è veramente di alto livello per un film d'azione del genere. Visto il film mi sarei aspettato una regia da fiction o più semplice, invece ogni inquadratura è studiata nei minimi particolari e ogni piano sequenza è veramente suggestivo. La fotografia poi è incredibile e la location in cui è stato girato è veramente perfetta e ben sfruttata, con paesaggi meravigliosi, ed un bosco ostile e ben utilizzato per le scene migliori del film. Scene d'azione ben girate, a parte qualcuna con un montaggio meno funzionale e buon ritmo che dovrebbe potrare interesse per tutta l'ora e mezza.

 

Il problema che quasi mai mi è parso di sentire nei riguardi di quest'opera è la sceneggiatura, che definire ridicola è dire poco. Lasciando stare quindi la seconda parte del film, che sarebbe anche riuscita questa caccia all'uomo nella foresta, ma il problema è all'inizio, a come ci si arriva a questi fatti. Abbiamo capito che ci troviamo di fronte ad un malato mentale, questo è certo, reso cosi' dai molti anni in Vietnam e dalla conoscenza del suo essere rimasto l'unico sopravvissuto di quel gruppo di compagni. Già vedere in questa cittadina di Washington un pazzo che gira col coltello e caccia animali si veste con quello che trova o gira a petto nudo è abbastanza ironico, vabene che ormai ha perso completamente il senno ma fa abbastanza ridere. E poi in un film del genere in cui si dovrebbe tifare per il protagonista, ed odiare invece il burbero poliziotto, ci rendiamo conto che ci è difficile immedesimarsi con Rambo, visto che è un pazzo (quasi) omicida che dovrebbe essere giustamente incarcerato o messo in un manicomio.Certo è anche vero che è difficile mettersi dalla parte di una polizia mostrata cosi' autoritaria, ingiusta, violenta e capitalista. Vabene che le forze dell'ordine siano mostrate cosi', mi fa piacere, ma anche da quaesto punto di vista la vicenda mostra delle lacune oggettive che ci fa chiedere mille perchè? Perchè uno dovrebbe credere, in un film serio come questo, che per una semplice scaramuccia tra un idiota vagabondo e un poliziotto depravato scaturisca questa caccia all'uomo che ci mancava solo che arrivasse il presidente? Perchè Rambo viene arrestato senza motivo, e soprattutto perchè i poliziotti lo rincorrono cosi' all'inizio? Vabene nel finale che ormai la frittata è fatta e quindi devi catturarlo per forza, ma il problema è proprio all'inizio, questa caccia all'uomo disperata è forzatissima nelle prime battute, è impossibile credere che costruiscano addirittura degli accampamenti e chiamino intere squadriglie per questo pazzo che ha semplicemente chiesto di essere lasciato in pace, e che fino ai primi momenti non aveva nemmeno dato fastidio a nessuno. Insomma tutta la vicenda è caratterizzata da un idiozia e una forzatura di fondo che mi riesce difficile anche dargli la sufficienza. Dal punto di vista tecnico è notevole ma come storia fa pena. Inoltre Stallone con la sua inespressione per tutto il film recita abbastanza da schifo, anche se nell'interpetare l'idiota omicida che sembra giocare come un bambino alla guerra la sua espressione da ebete sembra funzionare.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati