Espandi menu
cerca
Slow West

Regia di John Maclean vedi scheda film

Recensioni

L'autore

axe

axe

Iscritto dal 23 marzo 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 12
  • Post -
  • Recensioni 971
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Slow West

di axe
7 stelle

Western atipico. Protagonista e' un adolescente nobile scozzese, il quale raggiunge, nel 1870, i territori del West, per ritrovare la donna amata - ed idealizzata, la quale ha dovuto abbandonare la Scozia in seguito alla morte del genitore di lui, il quale si opponeva al rapporto tra i due giovani. Il giovane, idealista e conoscitore del mondo solo in teoria, si unisce ad un misterioso vagabondo, che apprendiamo essere anch'egli alla ricerca della ragazza e del padre, per l'uccisione dei quali e' prevista una taglia. Anche altri cercano i due personaggi, ritiratisi a vivere in una prateria con l'aiuto di un indiano, un solitario cacciatore di taglie e una banda della quale faceva presumibilmente parte, in passato, il compagno del protagonista. Durante il viaggio, avventure ed incontri mostreranno al giovane protagonista una realta' ben diversa rispetto a quella immaginata al momento del suo arrivo in America. "Ufficiali" trasformati in predoni, persone dotate di fascino intellettuale che ingannano senza scrupoli, viandanti trasformati in delinquenti dalle necessita', una natura ostile; tutto cio' mina le illusioni che il giovane aristocratico ha coltivato sul "sogno americano". Riesce a trovare la donna amata, e contemporaneamente una fine tragica e beffarda, che la sua guida non puo' evitargli. Il film e' curato in ogni particolare, dai dialoghi, che riflettono una certa macabra ironia, alla definizione dei personaggi, i quali sembrano volutamente stereotipati, per caratteri, espressivita', costumi, trucco. Inusuale l'ambientazione, che si discosta dai canonici deserti e citta' polverose, per prediligere boschi, praterie, verdi montagne dalle cime innevate. Un racconto sul fallimento dell'idealismo. La sequenza di cadaveri mostrata a fine film sembra quasi un monito, sui mali che esso puo' - anche involontariamente - produrre, e sulla crudezza della realta'.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati