Espandi menu
cerca
Il sacro male

Regia di Evan Spiliotopoulos vedi scheda film

Recensioni

L'autore

undying

undying

Iscritto dal 10 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 76
  • Post 33
  • Recensioni 1677
  • Playlist 46
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il sacro male

di undying
3 stelle

Torna la Ghost House Pictures di Sam Raimi con l'ennesimo fortunato horror che azzecca l'uscita per le riaperture delle sale cinematografiche USA. Destinato a circolare in tutto il mondo, The unholy rappresenta il debutto in regia di uno sceneggiatore di cartoni animati, in grado di sprecare l'ottimo soggetto basato su un bel romanzo (Shrine).

 

locandina

The Unholy (2021): locandina

 

Città di Banfield. La sordomuta Alice (Cricket Brown), dopo essere stata testimone di un'apparizione mariana non solo riacquista le facoltà perdute (udito e parola), ma riesce miracolosamente a guarire un ragazzo dalla distrofia muscolare e un prete malato di tumore. Mentre Gerry (Jeffrey Dean Morgan) - un giornalista alla ricerca di scoop - indaga sul misterioso fenomeno, i presunti eventi "celesti" attribuibili alla Madonna mutano improvvisamente in manifestazioni diaboliche. C'entra forse un'antica bambola e il sacrificio di una strega, avvenuto proprio in prossimità dell'albero in cui Alice ha avuto la santa visione?

 

"Guardatevi dai falsi profeti, che vengono da voi in abiti da pecora, ma interiormente sono lupi rapaci." (Matteo 7:15 - Didascalia in chiusura).

 

scena

The Unholy (2021): scena

 

Dal romanzo Shrine di James Herbert, Sony e "Ghost House Pictures" di Sam Raimi decidono di produrre un film affidandone testo e regia a Evan Spiliotopoulos, neo cineasta in precedenza sceneggiatore di opere d'animazione tipo - per citare le più celebri - La sirenetta - Quando tutto ebbe inizioCenerentola - Il gioco del destinoTopolino, Paperino, Pippo: I tre moschettieri, Il re leone 3 - Hakuna Matata, Il libro della giungla 2 e del mieloso fantasy per famiglie La bella e la bestia (2017). Data questa premessa, apparentemente qualcosa non torna dovendo The unholy essere un horror, quindi a carattere del tutto opposto rispetto a quello che ha contraddistinto la precedente attività di Spiliotopoulos. Ma, pregiudizi a parte, notiamo finalmente che qui si tratta di un tema interessante e davvero originale (quello delle apparizioni mariane). Non mancano infatti le citazioni a Lourdes, Fatima e Medjugore. Premessa dunque intrigante, ma purtroppo nei fatti del tutto deludente a causa della sciatteria generale che convolge attori, sceneggiatura (caotica e confusionaria a dir poco), effetti speciali (in brutta CGI e con visi in cielo della Madonna - ma anche apparizioni in chiesa della stessa - che ricordano i "Teletubbies") e una regia pessima che si adatta alla miseria dell'insieme. L'horror arriva a 3/4 del film e punta ai soliti jumpscares, garantiti da botti sonori e strilli della creatura diabolica. Il livello è né più, né meno quello di un "Conjuring" di quinta generazione, penalizzato da un budget risicato e da trucchi davvero scadenti. I produttori, per assicurarsi il PG-13 (minimo obiettivo per un film di genere horror), optano per far pronunciare una parolaccia a uno dei protagonisti: il massimo brivido che il prodotto riesce a garantire.

 

scena

The Unholy (2021): scena

 

Per promuovere The unholy la produzione sottolinea di essersi avvalsa del consulto di un parapsicologo (Christopher Chacon), qui chiamato a dare un supporto "divino" alla sceneggiatura: in stile Mago Otelma. È uscito il 31 marzo 2021, per la prima volta in Spagna, come "Ruega por nosotros" (Prega per noi. "Santa Madonna", aggiungiamo) e a seguire in USA il 2 aprile, arrivando ad essere proiettato sui grandi schermi in clima pasquale: tempismo perfetto, per via delle riaperture delle sale cinematografiche con grande affluenza di pubblico soprattutto in America. Infatti, nel primo week end di programmazione ha incassato 3.200.000 dollari, causando una paresi facciale (con sorriso permanente da orecchio a orecchio) al fortunato Sam Raimi e ai soci investitori. Il sorriso invece, è apparso un pò meno sui volti del nutrito pubblico dato che, stando all'imdb, su 316 voti si ferma alla media di 5,6. C'è da scommettere che però i più spontanei e obiettivi pareri debbano combattere contro una lunga serie di recensioni e giudizi compromettenti e di parte. Nel mese di aprile, maggio e giugno The unholy uscirà in mezzo mondo tranne che in Italia, ma c'è da giurare che se riapriranno finalmente le sale arriverà anche da noi. La spinta della produzione è forte, così come inatteso è stato il riscontro popolare ottenuto al debutto. Quanto a Evan Spiliotopoulos, c'è solo da sperare che torni a scrivere di Topolino, Cenerentola e della sirenetta, lasciando spazio ad autori sicuramente - per quanto esordienti e poco dotati - più versati in campo horror.

 

Cricket Brown

The Unholy (2021): Cricket Brown

 

"A un tratto la Vergine Santa mi parve bella, tanto bella che non avevo visto mai cosa bella a tal segno, il suo viso spirava bontà e tenerezza ineffabili, ma quello che mi penetrò tutta l’anima fu «il sorriso stupendo della Madonna»." (Santa Teresa di Lisieux)

 

Trailer 

 

F.P. 04/04/2021 - Versione visionata in lingua inglese (durata: 93') / Date del rilascio: USA, Canada, Vietnam (02/04/2021); Australia (15/04/2021); Russia (22/04/2021); Portogallo (06/05/2021); Svezia (07/05/2021); Argentina (20/05/2021); UK, Irlanda (11/06/2021)

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati