Espandi menu
cerca
El gran reto - Lola la Trailera 3

Regia di Raúl Fernández hijo vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 15
  • Post 6
  • Recensioni 1085
  • Playlist 114
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su El gran reto - Lola la Trailera 3

di Marco Poggi
8 stelle

Dopo la parentesi bondiana del secondo film, il personaggio di Rosa Gloria Chagoyán sterza sulla commedia d'avventura in cui sono le corse dei camion a farla da padrone. Poche le scene romantiche fra Lola e il barbuto agente federale, però ci sono i suoi meccanici che riempiono i vuoti con scenette comiche.

Terzo capitolo delle avventure di Lola la camionista, anche qui alle prese col "Maestro" che abbiamo conosciuto nel film precedente, "EL SECUESTRO DE LOLA", e che qui le distrugge il camion, le uccide il padrino e la costringe a partecipare a una gara fra "bestioni" per vincerne uno nuovo di zecca. Dopo la parentesi bondiana del secondo film, il personaggio di Rosa Gloria Chagoyán sterza sulla commedia d'avventura dove sono le corse dei camion a farla da padrone. Poche le scene romantiche fra Lola e Jorge (che hanno scene d'azione diverse, lei in Messico e lui in Colombia, per ordini superiori), però ci sono la madrina e i suoi meccanici che riempiono i vuoti lasciati dal barbuto agente federale con scenette comiche. Lola la camionista è ormai diventata come le saghe americane di Rocky e Rambo, visto che solo il film principale ha un vero e proprio finale, mentre il secondo e il terzo sono collegati assieme non solo per i cliffhanger finali (quello di questo film, poi si rivela inutile, visto che la saga si chiude qui, con un colpo di scena che non sarà mai chiarito in futuro), ma pure per il cattivo (il "Meastro" di Frank Moro, che, come ho già sctitto, torna sempre circondato da belle asssistenti, ma è meno trecnologico e futuristico del film precedente), anche se si evitano le esagerazioni bondfiane. Le poche scene che vedono assieme Lola e Jorge, permette all'eroina di essere più...autonoma rispetto al suo partner, perché qui, più che essere la damina in pericolo da salvare, è una donna d'azione che sa come cavarsi dagli impicci  da sola, visto che le basta usare le pistole, i mitra, l'astuzia e gli abiti più sexy per gabbare gli avversari maschi, poiché è una donna affascinante. E le  cattive? Lola ne ha anche per loro, visto che le affronta in divertenti catfight. Il film non è un capolavoro e finisce che non finisce, però i toni ironinici e la bellezza di Rosa Gloria Chagoyán  che quando si mette un vestito rosso attillato e le scarpe coi tacchi alti, alza le quotazioni del prodotto. Peccato per il finale, lasciato aperto, ma è meglio così.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati