Trama

Libero, ex buzzurro centromeridionale travestito da manager settentrionale, a Torino si è accaparrato "La Cavallerizza", uno stabile in pieno centro di mille metri quadrati tutto da rimettere a posto. Così nelle sere d'estate nel bar sulle rive del Po Libero racconta il suo sogno di mattoni che deve diventare realtà al suo amico Tony. Per fare le cose per bene Libero, a quarant'anni si è messo a studiare per prendere il diploma di geometra. C'è qualcuno che però non glielo perdona e deve vedersela con un imprenditore che che sotto la grisaglia nasconde il marchio del malavitoso.

Note

Castellitto, oltre a dirigere, è anche il protagonista principale di questo film, con qualche scompenso nella seconda parte, ma che rivela un punto di vista registico degno di attenzione.

Commenti (1) vedi tutti

  • Non è un film completamente comico o d'azione (entrambi i generi sono sviluppati alquanto male).. rimane perciò in bilico tra i due per finire con l'essere quasi surreale e grottesco…

    commento di RageAgainstBerlusca
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

supadany di supadany
6 stelle

VOTO : 6++. Esordio alla regia per Castelletto, con un’opera che non è del tutto riuscita, per quanto alcune connotazioni risultino abbastanza efficaci e tutto sommato si faccia guardare abbastanza piacevolmente. Protagonista assoluto il personaggio che da il titolo alla pellicola, interpretato dallo stesso Castelletto, un meridionale un po’ immaturo e speranzoso che sogno… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

Dopo Banderas–Griffith - sempre da Venezia - un’altra coppia sposata si ritrova davanti e dietro la macchina da presa, per un esordio d’attore-regista. Non confrontabili, le due opere prime sono, però, accomunate da una storia stravagante e originale che sfiora fertili eccessi narrativi e calligrafici. Tratte entrambe da due libri non comuni. Sergio Castellitto, oltre a dirigere, è… leggi tutto

1 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Sergio Castellitto esordisce 46enne alla regia - con vent'anni di rispettabilissima carriera da interprete già alle spalle - portando in scena un romanzo di Bruno Gambarotta dal titolo "Torino, Lungodora. Napoli", sceneggiato insieme alla moglie Margaret Mazzantini e all'accoppiata Giulia Mibelli-Piero Bodrato. Il risultato è soddisfacente dal punto di vista estetico, sicuramente… leggi tutto

2 recensioni negative

2020
2020
2012
2012
2011
2011
Trasmesso il 5 settembre 2011 su Rai Movie
Trasmesso il 4 settembre 2011 su Rai Movie

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Sergio Castellitto esordisce 46enne alla regia - con vent'anni di rispettabilissima carriera da interprete già alle spalle - portando in scena un romanzo di Bruno Gambarotta dal titolo "Torino, Lungodora. Napoli", sceneggiato insieme alla moglie Margaret Mazzantini e all'accoppiata Giulia Mibelli-Piero Bodrato. Il risultato è soddisfacente dal punto di vista estetico, sicuramente…

leggi tutto
Recensione
2010
2010

Recensione

supadany di supadany
6 stelle

VOTO : 6++. Esordio alla regia per Castelletto, con un’opera che non è del tutto riuscita, per quanto alcune connotazioni risultino abbastanza efficaci e tutto sommato si faccia guardare abbastanza piacevolmente. Protagonista assoluto il personaggio che da il titolo alla pellicola, interpretato dallo stesso Castelletto, un meridionale un po’ immaturo e speranzoso che sogno…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2005
2005

molti mi dicono

Jimmy Dean di Jimmy Dean

smettila di scrivere playlist, fai una vita "normale". Suvvia, orsù, ma io gigioneggio alla grande, e beato ma non belante, e soprattutto non aderente, sublimo ogni tabù e vi faccio cuccurucù. Sì, certo dico a…

leggi tutto
Playlist
1999
1999

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

Dopo Banderas–Griffith - sempre da Venezia - un’altra coppia sposata si ritrova davanti e dietro la macchina da presa, per un esordio d’attore-regista. Non confrontabili, le due opere prime sono, però, accomunate da una storia stravagante e originale che sfiora fertili eccessi narrativi e calligrafici. Tratte entrambe da due libri non comuni. Sergio Castellitto, oltre a dirigere, è…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito