Espandi menu
cerca
Nomadland

Regia di Chloé Zhao vedi scheda film

Recensioni

L'autore

gaiart

gaiart

Iscritto dal 30 luglio 2012 Vai al suo profilo
  • Seguaci 25
  • Post 6
  • Recensioni 320
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Nomadland

di gaiart
5 stelle

Un film istruttivo sull'idea pionieristica di vivere in viaggio su cui in effetti fonda le sue radici lo zio Zam. Un film che inietta come una malattia, il senso di perdita, di sconfitta, di inanità che un lutto grave come quello di un figlio per un genitore, di un marito per una moglie o la perdita di un lavoro stabile, può scardinare tra le "mura

Un film istruttivo sull'idea pionieristica di vivere in viaggio su cui in effetti fonda le sue radici lo zio Zam.

Un film che inietta come una malattia, il senso di perdita, di sconfitta, di inanità che un lutto grave come quello di un figlio per un genitore, di un marito per una moglie o la perdita di un lavoro stabile, può scardinare tra le "mura" di un essere umano.

 

Queste due cose, quando si intrecciano, generano prima un libro e poi un film.

Certo la McDormand, vista sempre a Venezia in Three billboards outside Ebbing, Missouri  portava con sè oltre alla sua eccelsa e qui ripetuta naturalezza/ bravura anche uno script in quel caso eccezionale, in questo meno potente.

 

Però il film ingloba elementi di riflessione sia sugli investimenti immobiliari, ricordando 99 homes  e gli errori finanziari in cui è crollata l'america e poi, a domino, il mondo intero. Qui la finanza, il fallimento di aziende, la sparizione di interi nuclei abitatativi per mancanza di lavoro e lo spopolamento di città intere, rimane come una traccia di sfondo il motivo scatenante di tutto ciò che succede dopo. Solo Amazon sembra l'unica, come una cattedrale nel deserto a offrire lavoro. Ma che condizioni ci si chiede?

 

Nel complesso però anche se il film fa riflettere e sviluppa una certa empatia con lo spettatore non sembra che arrivi anche al cervello, ma per lo più alle viscere.

 

Rimane un'ottima prova attoriale una denuncia alla società e un documento per tutti coloro che hanno il nomadismo nel sangue, sia esso genetico o IMPOSTO dall'ingiusta mancanza di reddito a cui oggi il complesso e pilotato sistema economico ci obbliga. 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati