Espandi menu
cerca
Sibyl

Regia di Justine Triet vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 274
  • Post 180
  • Recensioni 4429
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Sibyl

di alan smithee
4 stelle

locandina

Sibyl (2019): locandina

FESTIVAL DI CANNES 2019 - CONCORSO Una bella ed affermata psicologa, da tempo sta riducendo il numero dei pazienti in terapia per potersi dedicare, incalzata dall'editore che ne intravede un fruttuoso business commerciale, la carriera di scrittrice. Per questo motivo, quando la donna riceve la richiesta disperate di aiuto da parte di una giovane attrice, ella cerca invano di dirottarla presso altri colleghi.

Virginie Efira, Sandra Hüller

Sibyl (2019): Virginie Efira, Sandra Hüller

Virginie Efira

Sibyl (2019): Virginie Efira

Ma la ragazza, in piena crisi emotiva, vuole solo lei.

E riuscirà ad averla.

Le tensioni dell'attrice nascono dal clima imbarazzante che si è creato sul set del suo ultimo film: lei è rimasta incinta dell'affascinante co-protagonista, che tuttavia ha una relazione ufficiale con la nevrotica regista; la quale mal assimila la circostanza, e non perde occasione per devastare il già labile equilibrio della ragazza.

Virginie Efira

Sibyl (2019): Virginie Efira

Pretesa sul set dislocato per alcune riprese a Stromboli, la psicoterapeuta finirà dapprima per trarre ispirazione dalla assurda ma vera telenovela che si sta verificando su quella tribolata locatons cinematofrafica, per poi finire essa stessa in crisi, rispecchiandosi in quella situazione amorosa controversa, e rivedendo la sua, in effetti tutt'altro che dissimile. Dalla regista Justine Triet, quella del sofisticato e pungente La battaglia di Solferino (Age of panic), Sibyl purtroppo ci si presenta come una indiavolata, ma modesta commedia dei sentimenti contrastati forte di un grande cast spesso sottoutilizzato, in cui l'attore veramente convincente pare rivelarsi non tanto la protagonista Virginie Efira, quanto la neveotica Sandra Huller, fantastica nella parte della regista frustrata che tende ad arrendersi e a scappare, anche tuffandosi da uno yacht in mare aperto.

Gaspard Ulliel, Adèle Exarchopoulos, Sandra Hüller

Sibyl (2019): Gaspard Ulliel, Adèle Exarchopoulos, Sandra Hüller

Virginie Efira

Sibyl (2019): Virginie Efira

Il ritmo latita spesso, la Exarchopoulos piange e basta, salvo distruggere una camera d'albergo, e il filmetto, che appare un mistero come possa figurare nella categoria del Concorso (quando un Beanpole di Balagov o un Jeanne di Dumont vengono costretti ner Certain Regard), regala pochissimi momenti validi o barlumi anche fiochi di soddisfazione.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati