Espandi menu
cerca
I CINECOMICS IN DIRECTOR'S CUT
di Marco Poggi
post
creato il

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 23
  • Post 7
  • Recensioni 1255
  • Playlist 121
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

Le versioni lunghedel regista dei cinecomics sono cominciate in sordina nel 2000, con l'edizione estesa e ridoppiata di "SUPERMAN, IL FILM", di Richard Donner (mai arrivata in una tv generaslista, che continua a preferirgli l'edizione originale del 1978 da 2 ore 20 minuti), per poi iniziare davvero nel 2005 con "DAREDEVIL, THE DIRECTOR'S CUT", che.aggiungeva all'insipido cine-videoclip del 2003, direetto da Mark Steven Johnson  più oscurità, più scene dedicate alla professione forense del Matt Murdock di Ben Affleck (e del Foggy Nelson di un Jon Favreau pre- Happy Hogan di "IRON MAN 1, 2, 3", "SPIDER-MAN HOMECOMING" "SPIDER-MAN FAR FROM HOME")  e meno alla storia d'amore fra Matt e l'Elektra della fin troppo angelica Jennifer Garner. Una versione più apprezzata, anche se non innalza l'unico film al Diavolo di Hell's Kitchen al rango di culto, perché già la prima edizione volava basso. Cosiderando  "SPIDER-MAN 2.1", "ELEKTRA  THE DIRECTOR'S CUT",  "GHOST RIDER THE DIRECTOR'S CUT" e de "I FANTASTICI 4  DIRECTOR'S CUT" delle versioni lunghe che non aggiungevano, né cambiavano niente d'importante dei film,  di Sam Raimi, Rob Bowman, Mark-Steven Johnson (sì, ancora lui) e Tim Story, si ritorna, nel 2006, nuovamente alla Time Warner e al supereroe per antonomasia, con la tanto apprezzata versione di "SUPERMAN II - THE RICHARD DONNER' S CUT"  che, grazie a materiale d'archivio ritrovato, provini e soprattutto il reinserimento di Marlon Brando nel ruolo di Jor-El, spedisce il comunque apprezzabile "SUPERMAN II", di Richard Lester, del 1980, nell'abisso delle oscenità (almeno in America) invecchiiate male, merito di un Richard Donner che riprende i toni del super-film originale e rimonta il secondo come vuole lui. Un contentino che soddisfa in parte, perché con tutti i suoi pregi "SUPERMAN II - THE RICHARD DONNER'S CUT", resta un versione incompiuta ed ufficiosa, in Italia nemmeno ridoppiata dal cast di voci della sopracitara edizione estesa  del 2000 di "SUPERMAN, IL FILM"  lo dimostra la ripetizione del finale del film del 1978 in mancanza di uno ,originale e pensato proprio per "SUPERMAN II - THE RICHARD DONNER'S CUT". Ci sono più collegamenti al primo film, che taglia scene amate come quella iniziale a Parigi, inoltre la ricomparsa di Brando nel secondo film spiega cosa che nel 1980 potevamo solo supporre, anziché vedere.  

Nel 2016 esce solo in Blue-Ray l'ediazione estesa di "BATMAN V SUPERMAN - DAWN TO JUSTICE", di Zack Snyder, che spiega meglio il ruolo di Superman nel film ed estende il ruolo e l'imporanza del Lex Luthor di Jessie Esisemberg, mentre nel 2017, l'uscita di "JUSTICE LEAGUE", dove Jess Whedon mette in mano al materiale di un impossibilitato Zack Snyder, a causa della morte della figlia, spaccando i fan in due e trasformando un film drammatico e cupo, in una simpatica cine-pagliaccita alla "THE AVENGERS" che  Whedon aveva completamente diretto 4 anni prima, per il Marvel Cinematic Universe. Fortunatamente, o sfortunatamente,per insurrezione dei fan, Zack Snyder proprio nel 2021 ha potuto rmettere mano al film derlla lega della giustizia, "ZACK SNYDER'S JUSTICE LEAGUE" inserendo tutte le scene che aveva girato, più altre aggiunte, per 4 ore che inseriscono persino Darkseid e la sua corte di Apokolips,che giocano un ruolo centrale nel piano del cattivo prinipale, Stepenwolf che ha un semi-restyling quasi decente. Se "SUPERMAN II - THE RICHARD DONNER'S CUT" non  arriva alle 2 ore di durata, dura almeno un quarto d'ora meno dell'originale del 1980, "ZACK SNYDER'S JUSTICE LEAGUE" è lungo 4 ore e 2 minuti, come e fosse una versione lunga de "IL SIGNORE DEGLI ANELLI"  di Peter Jackson (qualsiasi film a scelta dei sei disponibili, girati fra il 2001 al 2014).    

Il boom delle versioni estese e dei registi di queti cinecomics hanno fatto scaturire delle ipotevtiche cut dei bat-film di Joel Schumacher, specialmente di "BATMAN FOREVER", ma, per ora, sono solo chiacchere, anche perché il regista, ex-hippie è venuto a mancare recentemente. 

Ti è stato utile questo post? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati