Espandi menu
cerca
Lucy

Regia di Luc Besson vedi scheda film

Recensioni

L'autore

YellowBastard

YellowBastard

Iscritto dal 28 luglio 2019 Vai al suo profilo
  • Seguaci 37
  • Post 2
  • Recensioni 289
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Lucy

di YellowBastard
5 stelle

Luc Besson è uno dei più popolari cineasti francesi, sicuramente il più internazionale (americano?) d’oltralpe e, in quanto tale, odiato o amato a fasi alterne dalla critica (soprattutto quella francofana) ma è quasi sempre riuscito ad avere nonostante tutto l’appoggio del pubblico, anche quando la critica invece gli ha voltato le spalle

Che al regista Luc Besson piaccia poi mettere al centro delle sue opere personaggi femminili coinvolte in esperienze così estreme da mutarne profondamente la vita è ormai testimoniato dalla sua stessa filmografia, a cui si aggiunge ora anche la sua ultima pellicola con protagonista l’americana Scarlett Johansson.

 

Lucy/ Streaming del film su Italia 1 con la Johansson sulle orme di Nikita

 

Strutturato come un puzzle narrativo e visivo il cui assunto iniziale è legato alle neuro scienze e alla teoria, mai provata scientificamente ma anzi ammantate da un alone piuttosto di implausibilità se non di leggenda metropolitana, secondo la quale gli esseri umani sviluppano solo una piccolissima parte della propria capacità celebrale.

Ma cosa succederebbe invece se riuscisse, in qualche modo, ad avere accesso al 100% delle possibilità del nostro cervello?   

 

A questa fondamentale (?!) domanda che lascia insonni le notti di migliaia di scienziati di tutto il mondo Besson risponde con quello che sembra inizialmente un adrenalinico action movie, con la protagonista Lucy (che poi non per caso è il nome che è stato dato alla prima femmine umanoide di cui l’antropologia è venuto a conoscenza), interpretata da Scarlett Johansson ed ennesimo sex-symbol femminile “mascolinizzato” dal regista francese, trasformata da donzella in pericolo a supereroina suo malgrado grazie a un cervello potenziato da una nuova super-droga, ma che si trasforma presto in un coagulo di pseudoscienza e filosofia spicciola dal risultato piuttosto fallimentare.

 

Photo du film Lucy - Photo 8 sur 37 - AlloCiné

 

E se da una parte Besson, nella prima parte, è in grado di dare respiro all’azione, e dobbiamo dare credito al regista di aver comunque confezionato, nonostante il badget, una pellicola visivamente potente e di effetto, nel quale non mancano certo gli innumerevoli riferimenti ai suoi precedenti lavori (da Nikita a Leon passando per l’impagabile corsa in auto contromano nel pieno centro di Parigi come in Taxxi), dall’altro non vede l’ora di arrivare alla fine, bruciando le tappe ed esaurendo ben presto la idee migliori per correre dietro invece a un frullato finale di teoremi spazio-temporali e/o di lezioni di filosofia cosmica (della seria, se può farlo e aver successo Matrix, per dirne uno, posso farlo anch’io) tra visioni di paesaggi naturalistici di derivazioni ecologico-esistenziali (della serie se può farlo e aver successo Malick posso farlo anch’io) per intortare l’imponderabile di riflessioni filosofiche, tra influenze cyberpunk e spezzoni naturalistici del peggior National Geographic.

 

Per quanto pretenzioso a livello teorico, Lucy è in realtà un altro esempio di cinema “divertente e sciocco” che sacrifica le sue buone intenzioni nel nome dell’intrattenimento, spesso avvincente ma mai memorabile, e nel quale rimane comunque l’ottima prova di Scarlett Johansson, probabilmente l’unica “vera” attrattiva della pellicola, efficace sia come ragazza ingenua e spaventata che come arma di distruzione di massa incapace di provare dei sentimenti.

A completare il cast oltre a Amr Waked e Pilou Asbaek.anche il cattivissimo Choi Min Sik (per apprezzarlo davvero Old Boy e Lady Vendetta) mentre sottoutilizzato risulta invece il povero Morgan Freeman, costretto suo malgrado a esternare con aria seriosa e professionale di ruffianate pseudo scientifiche per tutto il film, e trattenendo a stento le lacrime.

 

Lucy: Un film sulla filosofia luciferina | Neovitruvian's Blog

 

VOTO: 5

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati