Espandi menu
cerca

Trama

Via Castellana Bandiera è una strada di Palermo stretta tra il mare e la montagna, talmente piccola che due automobili non riescono a passare contemporaneamente. Samira (Elena Cotta), un'anziana albanese trapiantata nella famiglia palermitana dei Calafiore, con la sua macchina ostruisce il passaggio all'auto con cui si muovono Rosa (Emma Dante), palermitana trapiantata a Milano per via delle incomprensioni con il padre, e la compagna milanese Clara (Alba Rohrwacher), arrivate in città per il matrimonio di un amico. Poiché né Samira né Rosa vogliono arretrare, tra le due automobiliste si scatena una disputa che attira le attenzioni di tutti gli abitanti della via, subito pronti a intervenire con le loro osservazioni. A far da intermediatore ci prova senza troppo successo il giovane Nicolò Calafiore, l'unico di cui Samira si fida, mentre tra gli astanti si aprono le scommesse su chi cederà per prima. Stanca di rimanere sotto al sole in una situazione per lei inconcepibile, Clara chiede a Nicolò di accompagnarla con il suo scooter in un giro per Palermo.

Approfondimento

VIA CASTELLANA BANDIERA: UN DUELLO TRA DUE DONNE

Opera prima di Emma Dante, nata a Palermo nel 1967 e affermata regista teatrale, Via Castellana Bandiera è tratto dall'omonimo romanzo scritto dalla stessa Dante, pubblicato da Rizzoli nel 2008 e trasformato in sceneggiatura con l'aiuto di Giorgio Vasta. Da sempre attenta ad esplorare il tema della famiglia e dell'emarginazione attraverso una poetiva di tensione e folli in cui non manca una punta di umorismo, Emma Dante ha accompagnato il film presentato in Concorso alla Mostra del cinema di Venezia 2013 con le seguenti brevi note di regia: «Via Castellana Bandiera è una strada dove due donne si sfidano. Il blocco di Rosa è mentale e l’ostruzione del quartiere una questione di principio. Chiunque potrebbe passare, superare la barriera ed essere libero ma nessuno lo fa. I legami diventano indissolubili, i patti infrangibili. Da un lato c’è l’entrata nella nassa dove vivono un partito, una società, una famiglia, dall’altro c’è Rosa, il suo amore in bilico e il precipizio in fondo alla via. Cardine è una donna anziana. Samira. Muta. Al di sopra di tutto. Come monolite. Come frangiflutto che si oppone alle correnti. Come geroglifico scalfito nella roccia. La sua tana è l’auto dove si è rifugiata. Per sempre. La vita non ha trama e via Castellana Bandiera è un pezzo di vita».

LA CITTÀ DI PALERMO PROTAGONISTA

L'indiscussa protagonista di Via Castellana Bandiera è la città di Palermo: il suo mare, monte Pellegrino, la piccola chiesa di San Ciro in Maredolce, capo San Gallo, Villa Igiea e il cimitero di Santa Maria dei Rotoli fanno la loro comparsa e affiancano la via eponima in cui si svolge il "duello" tra Samira e Rosa. Il tema della città, della sua implosione e del suo straordinario fascino, è quasi sempre stato al centro dei lavori della Dante, che - nonostante le tante difficoltà da affrontare nell'ambito del suo lavoro artistico - non ha mai voluto lasciare la sua natia Palermo.
Rimanendo fedele al capoluogo siculo, la regista ha voluto che la produzione di Via Castellana Bandiera coinvolgesse il più possibile la città e i suoi abitanti, girando nella vera via Castellana Bandiera, una strada strettissima a ridosso di monte Pellegrino in cui la Dante ha vissuto per molti anni. Lembo di via impercorribile da due automobili che procedono contemporaneamente in direzioni opposte, la via in Via Castellana Bandiera si "allarga" sempre più grazie al lavoro della scenografa Emita Frigato. Nonostante lo spettatore si renda conto di come la strada diventi sempre più ampia, i personaggi non vedono alcun cambiamento: per loro l'ostacolo esiste nella mente e non muoversi è una questione di principio.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

"Via Castellana Bandiera" è una sfida cinematografica coraggiosa e un film che (si) divide. Trova la peculiarità narrativa in una storia dannatamente universale, attacca la macchina da presa ai dettagli del corpo che lascia filtrare spiragli di paesaggio accidentale come in un documentario sulle ombre più nere dell’essere umano. Di contro, costruisce una scena/palco dove i cani randagi trovano la collocazione (in)naturale nei loculi vuoti del cimitero (quanta pietà sgranata, in tanta violenza sottesa). Fa traboccare il vaso della metafora necessaria quando indugia sulla via infine sgombra e la riempie di figure che entrano ed escono dal campo: proiettandoci verso un precipizio etico di cui non fornisce le misure, ma delinea marcatamente i contorni.

Commenti (11) vedi tutti

  • Emma Dante porta l'organizzazione del tempo e dello spazio al cinema, facendo di una lite per una mera questione di precedenza stradale il motivo scatenante di una geografia dell'assurdo che mischia ottusa prepotenza e difesa orgogliosa della dignità offesa. L'idea è molto bella, ma visto con gli stilemi del cinema, non tutto funziona a dovere.

    commento di Peppe Comune
  • È la storia di una lite per futili motivi, una baruffa rionale in Via Castellana Bandiera, a Palermo, per una questione di precedenza: quale delle due auto, che si stanno fronteggiando nella viuzza periferica del capoluogo siciliano, così stretta da consentire il passaggio di una sola vettura alla volta, indietreggerà per far passare l’altra?

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Western siciliano ha detto la regista, certo, ma metafora di due mondi opposti.

    leggi la recensione completa di vjarkiv
  • Ennesimo film insulso recitato in un dialetto incomprensibile ai più.

    commento di gruvieraz
  • Una sfida all'Ok Corral in cui a perdere è il senso di Comunità.

    leggi la recensione completa di monsignore
  • Si aspetta ..... Si aspetta..... Si aspetta e non succede niente. Sono stati necessari i sottotitoli considerando il dialetto incomprensibile ai più.

    commento di UgoCatone
  • ...una sfida tra due auto bloccate, una di fronte all'altra, in un vicolo palermitano. Non se ne esce!

    leggi la recensione completa di fratellicapone
  • Piccola sorpresa !

    leggi la recensione completa di chribio1
  • Esperimento non del tutto riuscito.Sicuramente manca qualcosa difficile da identificare. Ma seguire con attenzione il film risulta difficile...

    commento di slim spaccabecco
  • E’ un film che indubbiamente ha dei meriti ed in esso, per il modo in cui non casualmente è stato concepito, ognuno può vedere quello che vuole ed interpretare ed estrapolare qualsiasi valore e proiezione alta, nobilitandolo. Personalmente però ho avuto l’impressione che l’obiettivo non sia stato conseguito ...

    leggi la recensione completa di Maciknight
  • Soldi e tempo buttati. Film senza capo nè coda di cui certo non si sentiva l'esigenza. Mi sembra che Venezia sia veramente scaduta…

    commento di mariopiccolo
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Spaggy di Spaggy
8 stelle

Esiste un lembo di terra nel mappamondo in cui ogni logica razionale va a farsi benedire. Quel luogo, che la natura ha reso magnifico grazie al verde delle montagne e all’azzurro del mare, si chiama Palermo, una città dove tutto è possibile. Dove è possibile che nella stessa via esistano due numeri civici identici senza che le autorità abbiano voce in capitolo; dove è possibile andare in… leggi tutto

10 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Kurtisonic di Kurtisonic
6 stelle

Il film di Emma Dante è associabile al cinema italiano che non dispiace. Nell’arco di poco più di un anno le presenze dei registi Ciprì, Piazza e Grassadonia ed ora la Dante impongono l’attenzione non tanto sulla realtà siciliana ma su quello che autori provenienti dalla stessa regione usano  tradurre in un senso più ampio partendo da riferimenti  iconografici che tradizionalmente… leggi tutto

11 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Maciknight di Maciknight
4 stelle

E’ un film che indubbiamente ha dei meriti ed in esso, per il modo in cui non casualmente è stato concepito, ognuno può vedere quello che vuole ed interpretare ed estrapolare qualsiasi valore e proiezione alta, nobilitandolo. Personalmente però ho avuto l’impressione che l’obiettivo non sia stato conseguito, forse il talento e l’ispirazione non erano… leggi tutto

3 recensioni negative

2021
2021
2020
2020

Recensione

laulilla di laulilla
7 stelle

  Un piccolo problema, amplificato oltre misura dall’impuntarsi orgoglioso delle due automobiliste, ben decise a farne una questione di principio, quando basterebbe l’uso della ragione, unito a un po’ di rispetto reciproco, per risolvere rapidamente il contrattempo. Lo stallo si protrae per l’intera giornata, per proseguire la notte: le due guidatrici, nonostante il…

leggi tutto
Trasmesso il 9 settembre 2020 su Rai Movie

Recensione

obyone di obyone
7 stelle

      La Sicilia va stretta a Rosa come le strade in cui è cresciuta. Finché percorre le vie tortuose del capoluogo, in cui è tornata per presenziare ad una ricorrenza insieme alla fidanzata Clara, Rosa è investita da un turbine di emozioni. Non è affatto felice di quel viaggio a Palermo, la città da cui se n'è andata per…

leggi tutto

Recensione

hallorann di hallorann
8 stelle

Sa quasi di western “Via Castellana Bandiera” di Emma Dante. Un western urbano e al femminile in cui due donne si sfidano a colpi di sguardi. Due auto, una di fronte all’altra in un “budello” di Palermo. Nessuna cede il passo: in una c’è Rosa con la compagna Clara, a Palermo per andare ad un matrimonio e in rotta tra loro; nell’altra la vecchia…

leggi tutto

Recensione

vjarkiv di vjarkiv
8 stelle

Western siciliano ha detto la regista, certo, ma metafora di due mondi opposti: uno rude e primitivo (con echi mareschiani), cinicamente capace di scommettere su chi cederà prima. E l’altro emancipato, interpretato dalla stessa regista, capace di allontanarsi dalle sue origini, con un rigurgito di cattiveria nei confronti della caparbietà di una nonna, di origine albanese,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2019
2019

Recensione

germarco di germarco
6 stelle

Film pesante pesantone, che a un certo punto viene anche da pensare che sia fatto come una specie di documentario, per illustrare che razza di Italiani ci siano (imbarazzanti credo anche per ii Siciliani). Interessante l'idea delle due donne testarde che, in una strada non sufficientemente larga per passare in due, trascorrono la notte in macchina pur di non lasciar passare l'altra. Un empasse…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Trasmesso il 28 ottobre 2019 su Rai 5
2018
2018
Trasmesso il 18 gennaio 2018 su Rai Movie
Trasmesso l'11 gennaio 2018 su Rai Movie
2017
2017
Trasmesso il 2 novembre 2017 su Rai Movie
Trasmesso il 20 settembre 2017 su Rai Movie
Trasmesso il 4 aprile 2017 su Rai Movie
Trasmesso l'8 febbraio 2017 su Rsi La2
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

monsignore di monsignore
10 stelle

"Per quanto in Italia le cose vadano male, tutti hanno un paracadute sul quale contare. Il più grande, il più pervasivo, il peggiore di tutti è la famiglia. La famiglia è ormai diventata la tana in cui ci si rifugia scappando da un mondo di egoismi e sopraffazioni. Ma è una tana che serve ad alimentare ancora di più questa reciproca ostilità,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 19 gennaio 2017 su Rai Movie
2016
2016
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 12 maggio 2016 su Rai Movie
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito