Espandi menu
cerca

Cosimo e Nicole

play

Regia di Francesco Amato

Con Riccardo Scamarcio, Clara Ponsot, Paolo Sassanelli, Souleymane Sow, Giorgia Salari, Angela Baraldi, Jo Prestia Vedi cast completo

Guardalo su
  • Tim Vision
  • Chili
  • Google Play
  • Tim Vision
In STREAMING

Trama

Dopo essersi conosciuti e innamorati a Genova durante il G8 del 2001, Cosimo (Riccardo Scamarcio) e Nicole (Clara Ponsot) hanno vissuto da vagabondi in giro per tutta l'Europa, inseguendo la loro grande passione per la musica, per ritornare infine nel capoluogo ligure e trovare lavoro presso un loro amico cinquantenne, organizzatori di concerti e eventi musicali. La relazione tra i due continua a procedere a gonfie vele fino al giorno in cui, durante il montaggio di un'impalcatura, il giovane operaio extracomunitario Aliounè precipita da un'altezza di sette metri. L'episodio spinge Cosimo e Nicole a interrogarsi su che cosa ne è stato dei loro ideali e dei loro progetti di vita, scegliendo due strade differenti che portano inevitabilmente all'incrinarsi della loro relazione.

Approfondimento

COSIMO E NICOLE: UNA COPPIA POCO CONVENZIONALE

Cosimo e Nicole è il secondo lungometraggio del regista torinese Francesco Amato, a 6 anni di distanza dal precedente Ma che ci faccio qui!. Scritto da Daniela Gambaro (sceneggiatrice della serie tv I liceali) e Giuliano Miniati (4-4-2. Il gioco più bello del mondo, Isole), Cosimo e Nicole è stato presentato in concorso nella sezione Prospettive Italia del Festival internazionale del film di Roma 2012, accompagnato dalle sguenti note di regia: «Tutto nasce dal desiderio di raccontare, attraverso la storia di una giovane coppia, la generazione a cui appartengo (o almeno a cui appartenevo circa 5 anni fa, quando ho cominciato a scrivere questa storia e non  avevo ancora superato la soglia dei 30). Sono andato alla ricerca di due ragazzi che si amassero davvero, con la libertà di chi non ha niente da perdere, senza prudenza, senza paura, solo passione. Volevo che si amassero spudoratamente e senza freni.
Anche se questo sentimento appare tanto elementare, quasi ingenuo, mi sono reso conto che non è affatto un sentimento diffuso, anzi, in una cultura come la nostra, immersa nel pessimismo, nella frustrazione e nel perbenismo, è assai difficile trovare “casi” come quello che stavo cercando.
Cosimo e Nicole infatti sono una coppia poco convenzionale. Sono vagabondi e senza una reale meta che non sia il semplice gusto stesso di vivere assieme. Non hanno legami, sono precari per scelta, indipendenti, incasinati e un po’ incoscienti. Più che l’amore, trovano reciprocamente, all’interno del loro rapporto, la complicità dello spirito, che si manifesta in una complicità fisica, tattile. Volevo raccontare la loro storia dal di dentro. Non cercavo di fare un film sulla coppia, ma dentro la loro coppia. Ho cercato di creare un “perimetro intimo” dentro al quale potessero entrare solo loro, Cosimo e Nicole, o Riccardo e Clara, con anima e corpo. Io e la macchina da presa siamo rimasti fuori e spesso ci siamo limitati a osservare la scena che con sorprendente verità e, grazie a un lungo lavoro di improvvisazione, prendeva forma.

Ho chiesto a Riccardo Scamarcio e Clara Ponsot di interpretare Cosimo e Nicole perché sapevo che da loro potevo ottenere l’intensità fisica ed emotiva (le due facce della stessa medaglia) che serviva ai personaggi: fare del corpo dell’attore il piano su cui si disegna la storia, questo era il mio obiettivo. Ho ricevuto, in cambio a questa mia richiesta, una generosa complicità, e certamente il ricordo più bello di questa esperienza saranno le notti trascorse tutti e tre assieme a discutere su che fare nelle scene del giorno dopo, se la pagina di sceneggiatura “diceva la verità”, o se invece il personaggio, per come lo stavamo interpretando, sarebbe andato in un’altra direzione, se bisognava dare fiducia al copione, o “fare di testa nostra” e riscrivere (cosa che puntualmente accadeva, con sommo disappunto di chi tentava di organizzare un piano di lavorazione). La sceneggiatura è diventata presto una traccia, mai tradita nel suo senso profondo, ma quotidianamente riaggiornata attraverso il filtro degli attori, sempre più specchi dei loro personaggi.
Cosimo e Nicole sono due ragazzi che di fronte al dolore e alla colpa reagiscono in modo opposto, prendono strade diverse, scoprono in fondo di essere diversi. L’amore li ha uniti, ma non basta per renderli una cosa sola. La prova del dolore li divide. Per riscattarsi e salvare il rapporto occorre fare i conti, per la prima volta, col “mondo fuori” dal loro rapporto.
Questo film si è rivelato una grande esperienza, prima di tutto umana. Io cerco di essere un regista aperto alle sensazioni dei miei collaboratori, dall’attore al produttore, dallo sceneggiatore al montatore, cerco di mettermi in discussione, perché solo così riesco a realizzare quello che voglio realmente, che appunto non è mai ciò che desidero all’inizio di un progetto, prima di un lungo processo di confronto. In questo film ho lavorato con un gruppo che ha creduto senza riserve alla necessità di raccontare una storia che più che “rappresentare” una generazione, vorrebbe “appartenere” a una generazione, vitale e incosciente, e forse un po’ in estinzione, come la giovinezza di Cosimo e Nicole, come la musica rock, i viaggi senza meta, e la capacità di amarsi davvero.

Note

Le vite di due giovani che non vogliono essere regolamentati, che viaggiano senza documenti, che decidono sempre nell’istante esatto in cui compiono i loro gesti spontanei, appassionati, erotici, danzanti. Merito di regista e sceneggiatori, certo, ma soprattutto dei due attori che lo animano di una naturalezza quasi documentaria. E se la sorpresa (relativa, visto che in Francia è già apprezzata e lavora dal 2007) è Clara Ponsot, bella e inquieta quanto basta per perderci la testa, il regalo è un Riccardo Scamarcio al meglio (fino a oggi) delle sue possibilità, maturo e intenso come mai prima.

Commenti (1) vedi tutti

  • Una sorpresissima, soprattutto per quanto riguardo gli attori. Uno Scamarcio che non si credeva possibile e una Ponsot grande fanno grande anche il film, che già partiva da una storia interessante. Assolutamente da vedere.

    commento di slim spaccabecco
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

GIANNISV66 di GIANNISV66
8 stelle

“la chiave della felicità è la disobbedienza in sé a quello che non c'è ”   Una piccola casa di legno brucia, le fiamme divorano non solo la struttura e gli oggetti ma anche i ricordi, i momenti di vita insieme. Morbide note di chitarra accompagnano le immagini drammatiche, poi una voce intensa inizia a cantare versi suggestivi. La canzone… leggi tutto

8 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

lauraonair di lauraonair
6 stelle

Cosimo e Nicole, di Francesco Amato, Italia 2012, 101. Vertice del G8, luglio 2001: all’interno di un’accesa guerriglia urbana a Genova, tra gli scontri dei manifestanti, si incrociano due sguardi, quello di Cosimo e Nicole. Un episodio carico di violenza permette ai due di incontrarsi: la giovane francese Nicole (Clara Ponsot) rimane ferita durante una protesta tra le polveri dei… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
3 stelle

L'italiano Cosimo e la francese Nicole si mettono insieme nel 2001, dopo essersi conosciuti durante le proteste contro il G8 a Genova. Il loro amore prosegue nel tempo e i due trovano lavoro presso un organizzatore di concerti. Qui però assistono a un nuovo evento sconvolgente: un incidente gravissimo di cui è vittima un loro collega, per giunta immigrato clandestino.  … leggi tutto

2 recensioni negative

2018
2018
Trasmesso il 10 dicembre 2018 su Rai 5

Recensione

barabbovich di barabbovich
7 stelle

Cosimo (Scamarcio) e Nicole (Ponsot), una studentessa francese, si conoscono in occasione della manifestazione maledetta che si tenne a Genova durante il G8, nel 2001. Scatta subito la scintilla: i due sembrano vivere una fusione totale e lui trova un'occupazione come fonico per conto di un organizzatore di concerti (Sassanelli). Le cose si complicano quando un operaio della Guinea (Sow),…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2017
2017

Recensione

GIANNISV66 di GIANNISV66
8 stelle

“la chiave della felicità è la disobbedienza in sé a quello che non c'è ”   Una piccola casa di legno brucia, le fiamme divorano non solo la struttura e gli oggetti ma anche i ricordi, i momenti di vita insieme. Morbide note di chitarra accompagnano le immagini drammatiche, poi una voce intensa inizia a cantare versi suggestivi. La canzone…

leggi tutto
2016
2016
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

mm40 di mm40
3 stelle

L'italiano Cosimo e la francese Nicole si mettono insieme nel 2001, dopo essersi conosciuti durante le proteste contro il G8 a Genova. Il loro amore prosegue nel tempo e i due trovano lavoro presso un organizzatore di concerti. Qui però assistono a un nuovo evento sconvolgente: un incidente gravissimo di cui è vittima un loro collega, per giunta immigrato clandestino.  …

leggi tutto
Recensione

Recensione

UgoCatone di UgoCatone
4 stelle

Il filo conduttore di questo film sono le scene a letto dei due protagonisti accompagnate da eventi musicali. Occasionalmente si trovano a gestire una situazione drammatica conseguente ad un comportamento poco edificante. L'unico momento di vera umanità si ritrova nel finale ed è dovuto all'accoglienza della comunità di colore. Non condivido l'entusiasmo per Scamarcio che…

leggi tutto
Recensione
2015
2015

Recensione

luca826 di luca826
8 stelle

I personaggi di questo film mi infastidiscono perché sono liberi, indifferenti alle gabbie sociali, insolenti, a tratti compiaciuti, in una parola: vivi. Il fastidio a volte è stimolo, è una bella scossa, è 'open mind'. La vitalità di Cosimo e Nicole restituisce l'energia umana non ancora contagiata dalla grigia routine adulta, la storia d'amore fisico e totale…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 25 luglio 2015 su Rai Movie
Trasmesso il 7 luglio 2015 su Rai Movie

Recensione

Baliverna di Baliverna
7 stelle

Un film no-global, dal messaggio, ai personaggi all'ambientazione. Non mi riconosco in quest'ideologia, ma devo dire che mi è piaciuto abbastanza. Ha il sapore del cinema verità: i personaggi e gli avvenimenti sembrano essere quelli della vita vera, anche se si frequentano altri ambienti. Una buona parte del merito va a Riccardo Scamarcio, che ci offre una buona interpretazione. …

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

chribio1 di chribio1
7 stelle

Pellicola godibile dal punto di puramente visivo,Interpreti che si danno da fare ed in certi casi anche in maniera intensa,la Storia in se' merita almeno la visione anche per merito di una spudorata Clara Ponsot molto conturbante ed uno Scamarcio in gamba.voto.7.

leggi tutto
Recensione
2014
2014

Recensione

ezio di ezio
7 stelle

Parte con immagini sul G8 per virare dopo una marea di vicissitudini sul tema dell'immigrazione ed e' li che alla fine trmina il film.Essendo una pellicola di produzione italiana merita di essere visto e merita di essere preso in seria considerazione.Bravi gli interpreti.Insomma da vedere.

leggi tutto
Recensione
2013
2013

Recensione

billykwan di billykwan
8 stelle

Cosimo e Nicole è un film oggettivamente da 3 stelle, ma che ne merita quattro. L’opera seconda di Amato è un film che tocca tanti argomenti, il G8, gli incidenti sul lavoro, gli immigrati ridotti a volti senza nome, ma si concentra soprattutto sull’amore passionale e totalizzante, e lo fa di pancia, più che di testa, con un ritmo e una messa in scena un po’ anomala per il cinema…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
2012
2012

Ma la newsletter, la leggete?

Database di Database

Ogni giovedì, quando compiliamo la newsletter - pensata per dare risalto ai Vostri contenuti - viene questo dubbio. La newsletter la leggete? Vi serve? Soddisfa qualche bisogno, offre qualche stimolo? Ci piacerebbe…

leggi tutto
COSIMO E NICOLE: UNA COPPIA POCO CONVENZIONALE

COSIMO E NICOLE: UNA COPPIA POCO CONVENZIONALE

COSIMO E NICOLE: UNA COPPIA POCO CONVENZIONALE Cosimo e Nicole è il secondo lungometraggio del regista torinese Francesco Amato, a 6 anni di distanza dal precedente Ma che ci faccio qui!. Scritto da Daniela Gambaro (sceneggiatrice della serie tv I liceali) e Giuliano Miniati (4-4-2. Il gioco più bello del mondo, Isole), Cosimo e Nicole è stato presentato in concorso nella sezione Prospettive Italia del Festival internazionale del film di Roma 2012, accompagnato dalle sguenti note di regia: «Tutto nasce dal desiderio di raccontare, attraverso la storia di una giovane coppia, la... segue

Extra

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

Un sguardo per innamorarsi. Può succedere ancora. Ed è ciò che accade a Cosimo, italiano, e Nicole, francese. È accaduto nel 2001, durante il G8 di Genova, dopo che a Nicole un poliziotto aveva rifilato una bastonata in testa. La storia è raccontata partendo dalla fine per poi riallacciarsi con il presente e aprirsi a un nuovo finale tutto da interpretare. Cosimo, Nicole e Genova: sono…

leggi tutto
Recensione
Uscito nelle sale italiane il 26 novembre 2012

Recensione

lauraonair di lauraonair
6 stelle

Cosimo e Nicole, di Francesco Amato, Italia 2012, 101. Vertice del G8, luglio 2001: all’interno di un’accesa guerriglia urbana a Genova, tra gli scontri dei manifestanti, si incrociano due sguardi, quello di Cosimo e Nicole. Un episodio carico di violenza permette ai due di incontrarsi: la giovane francese Nicole (Clara Ponsot) rimane ferita durante una protesta tra le polveri dei…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito