Espandi menu
cerca
La carica dei 101

Regia di Clyde Geronimi, Hamilton Luske, Wolfgang Reitherman vedi scheda film

Recensioni

L'autore

zombi

zombi

Iscritto dal 21 luglio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 98
  • Post 13
  • Recensioni 1638
  • Playlist 277
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La carica dei 101

di zombi
8 stelle

la voce narrante è quella di pongo, il dalmata di proprietà del musicista povero in canna. stanco di essere solo e di vivere in una casa da single, un sonnecchioso pomeriggio di fine estate si mette a guardare di fuori e osserva cani e padroni che si assomigliano spaventosamente. mitica scena iniziale ormai facente parte dell'immaginario collettivo, anche perchè è vero, e spesso mi capita di osservare cani e padroni e di coglierne le somiglianze. questo agile film è uno dei classiconi senza tempo della walt disney che fu. e dell'animazione di un tempo. di quella anche imperfetta, dove le zampe dei cani non imprimevano le loro impronte istantaneamente nella neve, ma era bello lo stesso. dove non importa la trama o la storia che si può riassumere in "crudelia demon vuole i cuccioli di dalmata per un motivo non troppo politicamente corretto" e tutto si crea e si svolge intorno a queste due righe. la forza del film sta nei fondali dipinti e nel segno della matita e nel carattere forte dei personaggi cosiddetti comprimari come ovviamente la mitica crudelia demon, i due tirapiedi orazio e gaspare, il gatto sergente tibbs e del colonello nella fattoria vicino alla villa demon abbandonata. almeno per quanto mi riguarda gli stessi pongo e peggy sono abbastanza ininfluenti come spesso lo erano per esempio will e grace del serial will e grace, che perdevano d'importanza e spessore  nei confronti delle "spalle" karen e jack. non di meno la fa da padrone il senso di nostalgia per qualcosa che inevitabilmente un film del genere fa riemergere in ogni ex bambino cresciuto con la carica dei 101. manca per fortuna quel senso di perfezione che meraviglia nei nuovi cartoni disney-pixar o dreamworks o che altro. e ancora oggi nonostante si sappia benissimo che tutto andrà a finire bene, si trattiene il fiato nella parte ambientata nella villa abbandonata quando il sergente tibbs fa uscire i 100 cuccioli e li sottrae dalle avide e cialtronesche zampacce di orazio e gaspare. insomma, soprattutto sotto le feste di natale, un film che si guarda sempre volentieri.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati