Espandi menu
cerca

The Father - Nulla è come sembra

play

Regia di Florian Zeller

Con Anthony Hopkins, Olivia Colman, Rufus Sewell, Imogen Poots, Olivia Williams, Mark Gatiss, Evie Wray Vedi cast completo

Guardalo su
  • Prime Video
  • Prime Video
  • Prime Video
  • Tim Vision
In STREAMING

Trama

Oramai anziano, un padre rifiuta tutte le forme di cura e assistenza da parte della figlia. Mentre cerca di dare un senso alla sua esistenza che inevitabilmente cambia, inizia a dubitare di tutti coloro che ama, della sua mente e persino della sua stessa realtà.

Approfondimento

THE FATHER: GENITORI DEI PROPRI GENITORI

Diretto da Florian Zelelr e scritto dallo stesso con Christopher Hampton, The Father racconta la storia di Anthony, un londinese ottantenne che vive da solo e continua a rifiutare tutti coloro che la figlia Anne gli manda in casa per essergli d'aiuto, come ad esempio l'infermiera Laura. Per Anne sta diventando una necessità trovare qualcuno che possa stare vicino al padre: presto, per un trasferimento a Parigi, non potrà più garantire le sue visite quotidiane al genitore che sta lentamente perdendo la presa sulla realtà. Quando Anthony si sveglia disorientato in una casa che non riconosce più, diventa dolorosamente chiaro quanto la sua situazione sia complessa: i ricordi si confondono con il presente ma a quanto della sua identità e del suo passato l'ottantenne può aggrapparsi? Come può Anne piangere la perdita del padre mentre l'uomo è ancora in vita e respira davanti ai suoi occhi?

Con la direzione della fotografia di Ben Smithard, le scenografie di Peter Francis, i costumi di Anna Mary Scott Robbins e le musiche di Ludovico Einaudi, The Father è una riflessione amorevole, straziante e intransigente sulla condizione umana. Dalle visioni distorte dell'appartamento di Anthony a quelle delle persone che lo circondano, Zeller disorienta non solo il personaggio principale ma anche il pubblico per dare una rappresentazione chiara e netta dell'insorgere della demenza senile. The Father nasce come adattamento dell'omonima rappresentazione teatrale, un dramma domestico con sprazzi di horror psicologico che Zeller ha scritto nel 2012, e sottolinea come a un certo punto della vita si ribaltino i ruoli tra genitori e figli, rendendo questi ultimi responsabili dei primi. Ha dichiarato il regista: "In un certo senso, The Father è un thriller che chiede allo spettatore di far parte della storia, come accadeva in teatro. Desideravo che lo spettatore si sentisse sempre vicino ai personaggi. Raccontando di come si diventa genitori dei propri genitori, la storia ha al centro non tanto Anthony ma Anna, chiamata a scegliere tra il portare avanti la sua vita o dedicarsi a quella di suo padre".

Il cast

A dirigere The Father è Florian Zeller, pluripremiato romanziere, drammaturgo e regista francese. Nato nel 1979 a Picardie, è stato definito dal Times of London "il drammaturgo più emozionante dei nostri tempi". con più di 10 titoli teatrali importanti alle spalle, ha visto le sue opere messe in scena in più di… Vedi tutto

Commenti (9) vedi tutti

  • Notevole questo esordio alla regia di Zeller. Hopkins superlativo

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Caspita, proprio un bel film.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • 90 minuti di follie cerebrali sono un po' troppi.

    commento di gruvieraz
  • Un'opera notevole grazie alle prestazioni attoriali e con una sceneggiatura di alto livello sì, ma con soluzioni forse troppo azzardate tanto da mandare in confusione non soltanto lo spettatore ma pure i critici più esperti. Del resto non credo proprio che il 42enne Zeller sappia esattamente cosa passa per la mente di un malato di Alzheimer.

    commento di bombo1
  • Un film semplicemente straordinario, in cui le scene catturano sia il vissuto del personaggio del padre ottantenne ma anche il vissuto di sua figlia

    leggi la recensione completa di logos
  • L'alzheimer rappresentato in tutta la sua crudezza, sul volto e sul corpo di un attore perfetto come Anthony Hopkins e sui sofferti sorrisi di Olivia Colman.

    leggi la recensione completa di kinemazone
  • Non solo un veicolo per la straordinaria interpretazione di un mostro sacro, ma un disorientante viaggio che ci trascina all'interno della mente frammentata e confusa di un malato di Alzheimer, realizzando un efficacissimo parallelismo tra la costruzione drammatica dell'opera ed il suo soggetto.

    leggi la recensione completa di port cros
  • The rats are leaving the ship ... Siano forse "i topi che lasciano la nave", metafora per il cervello che abbandona il corpo? Oppure un riferimento netto ai nostri vecchi cari che, quando stanno invecchiando vengono spesso abbandonati e trascurati dai loro figli non come i genitori hanno fatto con i propri figli piccoli?

    leggi la recensione completa di gaiart
  • Esordio coi fiocchi, dietro la macchina da presa, di Florian Zeller. Un dramma intimistico di scuola polanskiana, mista al migliore Cinema francese internazionalizzato. Ove a dominare la scena sono gli strepitosi Hopkins e la Colman, fuoriclasse indiscutibili.

    leggi la recensione completa di 79DetectiveNoir
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
8 stelle

La distorsione mentale di un personaggio, oppure la scissione schizofrenica della personalità sono temi ampiamente trattati al cinema, tanto che si rischia facilmente di scivolare in cliché ormai logori quando si decide di affrontarli di nuovo al cinema. Lo scrittore e drammaturgo francese Florian Zeller affronta il calvario mentale di un ottantenne afflitto da demenza senile… leggi tutto

14 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

leporello di leporello
6 stelle

   Sebbene la costruzione della vicenda, la caratterizzazione dei personaggi, il labirinto ingannevole che intrappola la mente ormai fragile ed incerta del protagonista (tale da rendere lo sviluppo dello script un infinito gioco di specchi) siano tutti elementi a favore di questo melodrammone “The Father”, devo dire (forse scioccamente, me ne scuso) che quando ad un attore… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Tex Murphy di Tex Murphy
4 stelle

Il problema di questo film è che lo spettatore capisce già tutto subito, inizia a sperare col passare dei minuti che ci sia qualcos'altro da vedere, da capire ma niente, la matassa si dipana lentamente senza nulla lasciare all'immaginazione, se non chi è chi e cosa fa. Alla fine rimane l'interpretazione di Hopkins ancora strepitoso a 83 anni ma non basta. leggi tutto

1 recensioni negative

2022
2022

The best of 2021 (Cinema)

Gangs 87 di Gangs 87

E come ogni fine/inizio anno mi trovo a fare il bilancio dei film che ho gustato nei dodici mesi precedenti alla data di "giudizio". Ricco è stato l'anno trascorso di visioni che hanno ampliato la mia cultura e…

leggi tutto
Playlist

Recensione

LAMPUR di LAMPUR
7 stelle

  Struggente. Per forza. Innanzitutto perché tutti possono riflettere, nella parabola discendente di uno strepitoso Anthony  Hopkins, tracce di vita che realmente ci hanno coinvolto, quando non una malinconica meditazione sul proprio, personale, futuro. Il regista addentra lo spettatore nel dramma direttamente, e genialmente, dal punto di vista del protagonista. Non ci…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

Furetto60 di Furetto60
8 stelle

Anthony, l’eccellente Anthony Hopkins, ha da poco superato gli ottant’anni, affetto da una grave forma di demenza senile, vive da solo in un grande appartamento a Londra. Ad accudirlo, amorevolmente, l’unica figlia Anne. Dell’altra figlia, Lucy, la sua prediletta, non ha notizie da tempo, perché in realtà è deceduta, a seguito di un incidente di cui…

leggi tutto
Recensione
Utile per 10 utenti
2021
2021

I Magnifici del 2021

port cros di port cros

Il 2021 finisce e abbiamo ancora il Covid-19 in mezzo ai coglioni, scusate il francesismo, e al cinema bisogna andare con il Super Green Pass e la mascherina FFP2. Alla fine del 2022 potremo dire di essercelo lasciato…

leggi tutto
Playlist

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
8 stelle

Prendi Anthony Hopkins e Olivia Colman, prendi poi una pièce teatrale di un certo livello, dal nome omonimo e dello stesso regista Florian Zeller e avrai il film (quasi) perfetto.   Lo sceneggiatore e regista francese, nonché drammaturgo, al suo esordio alla regia si inerpica in un’opera a dir poco sensazionale. Dalla ripresa non scontata ne tantomeno facile da…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

tobanis di tobanis
8 stelle

Wow che bel film. E’ chiara la derivazione teatrale di questa opera, scopro poi che lo stesso regista e sceneggiatore è colui che l’ha portato in precedenza a teatro. Il punto di vista è geniale: invece di fare vedere un vecchio afflitto dalla demenza senile in maniera classica, pietosa ma spesso penosa, al limite della pornografia del dolore, qua il tutto è dal…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

Tex Murphy di Tex Murphy
4 stelle

Il problema di questo film è che lo spettatore capisce già tutto subito, inizia a sperare col passare dei minuti che ci sia qualcos'altro da vedere, da capire ma niente, la matassa si dipana lentamente senza nulla lasciare all'immaginazione, se non chi è chi e cosa fa. Alla fine rimane l'interpretazione di Hopkins ancora strepitoso a 83 anni ma non basta.

leggi tutto

Recensione

logos di logos
8 stelle

Un film semplicemente straordinario, in cui le scene catturano sia il vissuto del personaggio del padre ottantenne ma anche il vissuto di sua figlia, che cerca in tutti i modi una nuova badante, dopo l'ennesimo fallimento con le altre. In tali scene sembra parlare una labile oggettività proprio perché si intrecciano i vissuti della figlia e del padre, in un'unità in cui…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

diomede917 di diomede917
9 stelle

CIAK MI GIRANO LE CRITICHE DI DIOMEDE917:THE FATHER   Meglio metterlo subito come premessa. The Father è un film bellissimo, uno dei migliori film dell’anno. E se ha portato a casa l’Oscar come Migliore Attore e Migliore Sceneggiatura non originale nell’anno che ha visto trionfare Nomandland da tutte le parti ne accerta ancora di più il valore…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

almodovariana di almodovariana
8 stelle

Premetto  che l'ho visto in un'arena estiva e purtroppo mi sono anche dovuta spostare perché è venuto a piovere (!), quindi ho cercato di afferrare il più possibile degli scambi di identità operati dalla mente di Anthony, malato di Alzheimer. La recitazione di Hopkins è magistrale e teatrale (così come gli si addice, visti i suoi esordi di attore);…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

kinemazone di kinemazone
7 stelle

L'alzheimer rappresentato in tutta la sua crudezza, sul volto e sul corpo di un attore perfetto come Anthony Hopkins e sui sofferti sorrisi di Olivia Colman.   Anthony (Anthony Hopkins) ha 81 anni. Vive da solo nel suo appartamento londinese e rifiuta tutte le persone che sua figlia Anne (Olivia Colman) cerca di imporgli. Presto però Anne non potrà…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito