Espandi menu
cerca
2012

Regia di Roland Emmerich vedi scheda film

Recensioni

L'autore

supadany

supadany

Iscritto dal 26 ottobre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 358
  • Post 177
  • Recensioni 5571
  • Playlist 114
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su 2012

di supadany
8 stelle

VOTO : 7.

Baraccone fragoroso e rutilante, pieno di difetti quanto si vuole, ma anche di effetti speciali mirabolanti al servizio del catastrofismo più catastrofico che si può.

Insomma agli appassionati del genere può anche piacere, nonostante le critiche negative abbiano diversi elementi da citare a proprio favore.

La fine del mondo è alle porte, solo pochi fortunati (multi miliardari) e chi ha le mani in pasta potrà usufruire delle moderne arche per superare il periodo più critico fatto di tsunami, terremoti, esplosioni e quant’altro; per tutti gli altri non vi è speranza alcuna di salvezza, tranne per il protagonista e la sua famiglia che dopo avventure oltre il limite dell’impossibile (ed improbabile) si guadagneranno un biglietto non pagato per questo viaggio.

Assoluto dominio degli effetti speciali che si inghiottono il film, oltre che il pianeta.

Peccato che l’azione sia sempre forzata oltre il limite (ci si salva sempre all’ultimo secondo) e che diversi dialoghi siano troppo melensi ed ipocriti, come la dottrina americana ci insegna, spesso fuori luogo.

Qualche altro momento è anche ridicolo, ma ci sta, anzi qualcuno in più non sarebbe guastato affatto

E poi una piccola morale, per quanto ostentata c’è; se non funziona un forzato meccanismo per cui si rischia tutto per salvare qualche vita, in più quando miliardi di persone sono già morte, funziona meglio il sentimentalismo per cui tutti quando vedono vicina la scritta “game over” (giusto per rimanere in tema di videogames) sentono il bisogno di mettere le cose a posto.

Ecco magari uno stupido film potrebbe ricordarci che certe azioni è meglio farle subito e non aspettare.

Detto questo non credo che Emmerich abbia avuto obiettivi diversi dal mero divertimento.

A mio modo di vedere l’obiettivo è raggiunto (anche se mezz’ora in meno avrebbe consentito di limare alcuni difetti) ed ogni tanto può far bene (almeno per me vale questa regola) staccare la spina (anche perché altrimenti da qui non se ne esce vivi, eheh) ed alzare il volume dell’amplificatore.

Nel suo campo direi che è un film che diverte.

Su Roland Emmerich

VOTO : 7.
Decisamente scontato, esagerato nei tempi e nei modi, banale nelle situazioni statiche, ma spettacolare dall'inizio alla fine.
Ed altri obiettivi non credo ci fossero.

Su John Cusack

VOTO : 6,5.
Valido per il ruolo da protagonista, oltre che scelta per nulla banale.

Su Amanda Peet

VOTO : 6.
Onesta prova.

Su Thandie Newton

VOTO : 5,5.
Molto sacrificata e presenza abbastanza discutibile (per lo spazio e per il ruolo tanto valeva un'attrice qualunque).

Su Woody Harrelson

VOTO : 6,5.
Peccato che scompaia presto dalla scena, perchè è eccentrico quanto basta per regalare alcuni momenti divertenti.

Su Danny Glover

VOTO : 6.
Scontatissimo ruolo, ma lui si presta al gioco con efficienza.

Su Chiwetel Ejiofor

VOTO : 6.
Il personaggio è decisamente esagerato per la sua morale.
Lui se la cava, ma va da se che non verrà di certo ricordato per questo ruolo.

Su Oliver Platt

VOTO : 5,5.
Anche lui ha un personaggio senza sfumature e francamente non mi è sembrato molto convinto.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati