Trama

È estate e Masao si sta annoiando. Il bambino abita a Tokyo con sua nonna che lavora tutto il giorno. I suoi amici sono partiti per le vacanze e il campo da pallone dove gioca con i suoi amici è deserto. Grazie ad un'amica di sua nonna, Masao incontra Kikujiro, un cinquantenne duro con il quale va alla ricerca della madre che non conosce e che vive vicino al mare. Kikujiro ha qualche difetto e sicuramente non è la persona adatta per accompagnare Masao nel viaggio, ma non può dirgli di no.

Note

Con un occhio a "Il monello" di Chaplin, rivisto attraverso la tradizione moderna di road movie con bambini, Kitano coniuga il suo straordinario senso cromatico con il suo gusto per la comicità demenziale e con quella malinconia della violenza e della perdita dell'anima giapponese che sempre serpeggia nei suoi film. La favola, che in fondo non è buona, ma rattristata dall'immagine di una madre che si è rifatta una vita "regolare", concilia, almeno, sulla possibilità di solidarietà tra personaggi che, all'apparenza, non dovrebbero aver niente a che spartire. Formalmente accecante, è capace di meraviglie visive con le suggestioni e i lampi generati dall'inconscio infantile e da quello, bizzarro, di un adulto che vive oltre la soglia dell'eccentricità.

Commenti (14) vedi tutti

  • Kitano sposta le emozioni dalla superficie, le ricaccia giù nel profondo dove diventano materia vibrante, dolore che non ha parole, vita in corso d’opera.

    leggi la recensione completa di yume
  • decisamente non e' il genere che preferisco,troppo pesante e palloso

    commento di danandre67
  • attualmente il mio film preferito in assoluto!!!

    commento di baggio
  • Semplicemente un film da vedere, continuamente permeato da un alone di poesia che anche la buona colonna sonora contribuisce ad alimentare. Ottimo il Kitano regista ma non da meno l'attore.

    commento di galaverna
  • VOTO 8 molto bello a mio parere, takeshi kitano(il grande produttore di mai dire banzai - takeshi castle per chi non lo sapesse) oltre a essere un grande regista è anche un bravissimo attore con un suo humor nero che lascia il segno

    commento di nikkyValle
  • Il miglior film di Kitano?

    commento di movieman
  • 9

    commento di nico80
  • Un poco noioso ma non male dai!

    commento di faromagico
  • tenero e cattivo, esilarante, demenziale e molto poetico

    commento di leonardo4it
  • KIKUJIRO E MASAO,IL MAESTRO E L'ALLIEVO,IL PADRE E IL FIGLIO,IL VECCHIO E IL NUOVO,LA COSCIENZA E L'INNOCENZA,LA MATURITA'E LA FANCIULLEZZA,L'ESPERIENZA E LA GIOVENTU'.MA CHI E'CHE COSA?

    commento di SONATINE
  • La leggerezza di tocco è pari alla profondità del suo autore, cioè immensa. E' il mio film preferito di Kitano

    commento di silent bob
  • Kitano, rude dal cuore tenero, è folle quanto poetico.

    commento di daveper
  • Dopo la durezza di HANA-BI, Kitano ci offre uno splendido spaccato di poesia, gioco e sentimento da assimilare con estremo piacere.

    commento di rosebud
  • Purtroppo non amo i film orientali e questo non ne fa differenza! Lo trovato noioso e lungo,monotono e lento! Inmsomma per me è un film da non rivedere!!!

    commento di orsotenerone
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

OGM di OGM
10 stelle

Un Kitano ad altezza di bambino, in cui l’ironia si confonde con l’ingenuità. Il teatro di figure surreali ed artificiose, che caratterizza le sue opere autobiografiche,  diventa qui il mondo deformato da un sogno/incubo infantile, in cui la vita degli adulti si inserisce come aspetto a volte divertente, a volte spaventoso. Il colore è una nota espressionistica… leggi tutto

26 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

LAMPUR di LAMPUR
6 stelle

Uno sgangherato yakuza di quartiere (anche se il capo quartiere mi è sembrata più la moglie…) accompagna un bimbetto dolcemente paffutello alla ricerca della madre. L’atipico road movie che ne segue è spesso tirato per i capelli anche se si fa seguire senza fatica, Kitano impersona il bulletto da redimere e svirgola a più riprese sopra le righe, anche… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

orsoaudace di orsoaudace
4 stelle

Leggo le varie opinioni e strabilio. Boh! A me è sembrata una cagata pazzesca. Sarà che non ho visto altri film dello stesso regista il quale può darsi che parli una lingua (artistica) che non conosco, ma io mi sono annoiato e anche un pò infastidito. Che voleva dire? Un bambino che è la tristezza nipponica in persona, un adulto balordo che mena a tutti per farlo divertire, che cazzo c'è… leggi tutto

1 recensioni negative

2018
2018
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2017
2017
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Piango, evviva!

karugnin di karugnin

Qualche giorno fa lessi la bella e accorata recensione di @Badu D Shinya Lynch su "Der Freie Wille": fui talmente colpito dall'intensità del suo coinvolgimento emotivo che procurai di vedere il film il giorno…

leggi tutto
2016
2016
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

Takeshi Kitano è stato uno dei più importanti cineasti degli anni Novanta. Punto. Verso la fine del decennio, dopo aver conquistato anche il pubblico e la critica occidentale con "Hana bi", forse la sua opera più compiuta, Kitano si concede un film di tono piuttosto diverso, apparentemente anomalo, che dimostra la sua versatilità stilistica e narrativa. Non avrei mai…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

Baliverna di Baliverna
8 stelle

Il regista dei film crudi e violenti sulla malavita giapponese gira questa volta un film tranquillo sull'infanzia, l'innocenza, e in fin dei conti sulla bontà: sia quella del protagonista, che quella dei personaggi incontrati lungo la via nei confronti del bambino. E' una pellicola dallo stile un po' insolito, come straniato e rarefatto, popolata da figure strane e bizzarre, a cominciare…

leggi tutto
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

cheftony di cheftony
9 stelle

  “Signore! Signore, ma tu come ti chiami?” “Kikujiro, scemo! A casa di corsa!”         Masao (Yusuke Sekiguchi) è un bambino paffutello e sgraziato, che vive a Tokyo con la nonna e non ha mai conosciuto i suoi genitori, salvo poi rinvenire in casa una foto e un indirizzo che possano finalmente condurlo a ritrovare la mamma.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 13 utenti
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito