Espandi menu
cerca
La ragazza che giocava con il fuoco

Regia di Daniel Alfredson vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Karl78

Karl78

Iscritto dal 12 ottobre 2014 Vai al suo profilo
  • Seguaci 37
  • Post -
  • Recensioni 149
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La ragazza che giocava con il fuoco

di Karl78
3 stelle

Che dire... Ho aspettato quasi 10 anni per vedere i sequel, aspettare altri 10 non sarebbe stata una decisione malvagia (i libri non li ho letti e possa cecarmi se ho intnzione di farlo). Fermo restando che il trafficking o tratta degli esseri umani è crimine serio, non amo benpensanti, perbenisti, moralisti e ipocriti, quindi questo secondo capitolo per me vale zero, poco più di una caccia alle streghe quasi-pseudo-para(cula)giustizialista nella prima parte (i clienti delle squillo restano in vita, l'intento di gogna è 'solo' mediatico. Roba che se succedesse in Italia, il nome di un uomo su due finirebbe sui giornali, a prescindere da età, ceto sociale e livello culturale. Attenti cari - si fa per dire, cari - puttanieri, che Millennium vi sbatte in prima pagina. Magari sarebbe utile a fianco almeno un trafiletto su tutte quelle donne che hanno fatto 'carriera' dandola via come se non ci fosse un domani. Ah no, che sciocco, in questo ipotetico caso si farebbero solo i nomi degli orchi che le hanno costrette a darla via con il ricatto sul lavoro. Cerrrrrrrrto che sì) ma senza il fascino dei film sui vigilante(s). Già la linea di pensiero eccessivamente 'gender' che evidentemente sottende ad un titolo quale 'uomini che odiano le donne' mi sta sulle palle a morte, tuttavia il primo capitolo, seppur infinitamente e inutilmente lungo, aveva comunque qualcosa di interessante, in qualche modo. Questo interessa quanto un articolo di Gioia, Gente o Famiglia Cristiana - con relativa messa in scena da tv movie (mi aspettavo spuntasse il commissario Rex da un momento all'altro) e flash sul passato di Lis stile soap opera (nulla però che spieghi la sua avversione per la depilazione delle ascelle). Quelle cose che non trovi più nemmeno nelle sale d'aspetto. E a proposito, da bravo uomo che quindi odia le donne, dove sono finiti quei barbieri che mettevano a disposizione dei clienti riviste e fumetti porno, che tanto sollazzavano noi preadolescenti, salvandoci tra l'altro da una denuncia per furto ai danni dell'edicola vicino casa? Loro si che la sapevano lunga. Sicuramente più di questa balorda scempiaggine.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati