Espandi menu
cerca
Renfield

Regia di Chris McKay vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 316
  • Post 214
  • Recensioni 6477
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Renfield

di alan smithee
4 stelle

locandina

Renfield (2023): locandina

Quello che si è instaurato nei secoli e che lega la figura diabolica ed immortale del Conte Dracula (un esilarante e validamente sopra le righe Nicolas Cage) a quella del suo efficiente assistente conosciuto come Renfield (Nicholas Hoult), si è da troppo tempo trasformato in una sorta di simbiosi tossica che rende impossibile la vita del servitore, condannato per l'eternità a restare a disposizione del suo celebre e assetato padrone, godendo solo della medesima immortalità ostentata dal suo capo, e di una certa prestanza ottenuta cibandosi di insetti vivi.

Nicolas Cage

Renfield (2023): Nicolas Cage

Ai giorni nostri il perennemente giovane servitore si trova in analisi, intenzionato a trovare il modo di uscire da questa sua eterna dipendenza, approfittando del fatto che il conte si trova costretto a guarire da una brutta situazione che ne ha compromesso seriamente le caratteristiche fisiche.

Ma riuscire a togliersi di torno il conte Dracula, si rivela un'impresa tutt'altro che semplice.

Per fortuna il ragazzo non è solo, ma si imbatte in una dinamica vigilessa urbana (l'attrice di origini asiatiche Awkwafina, brontolona e sopra le righe fino a rivelarsi più insopportabile che smpatica), così tenace e intraprendente da contribuire ad aiutarlo non poco a risolvere la scottante dipendenza dal mostro.

Parte proprio bene questo scoppiettante Renfield, che si avvale di un incipit in bianco e nero in cui il vampiro di Nicolas Cage sembra la copia esatta del mitico Bela Lugosi dei film anni '30.

Nicholas Hoult, Nicolas Cage

Renfield (2023): Nicholas Hoult, Nicolas Cage

Nicholas Hoult, Ben Schwartz

Renfield (2023): Nicholas Hoult, Ben Schwartz

In seguito, con il procedere della farsesca storia, tutto diventa un po' troppo macchinoso e fine a se stesso, ed il giochino si dimostra eccessivamente meccanico e costruito ad incastro per convincere veramente. 

Il regista Chris McKay viene dall'animazione con i "Lego movies", e dimostra una buona professionalità al servizio di un prodotto comemrciale senza pretese, il cui unico appiglio di interesse è la prestazione esagerata ma efficace di Cage.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati