Espandi menu
cerca
L'ultimo combattimento di Chen

Regia di Robert Clouse, Bruce Lee vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Stefano L

Stefano L

Iscritto dal 23 settembre 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 63
  • Post 1
  • Recensioni 588
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su L'ultimo combattimento di Chen

di Stefano L
7 stelle

Com'è noto "Game of Death" venne realizzato per 1/3 poco prima della tragica morte prematura di Bruce Lee, di conseguenza fu poi rimontato e sceneggiato a cinque anni di distanza da Robert Clouse ("I tre dell'operazione drago"). Non è ben chiaro quindi quali siano i frammenti dell'ultimo combattimento nella pagoda in cui compaia effettivamente Lee e in quali di questi vi siano gli stuntman e le controfigure (seppur durante il primo tempo i sosia e le necessarie "sostituzioni" appaiano ben visibili), ma nell'opera compiuta non si può che elogiare il buon lavoro del regista nel mettere in scena in tutti i modi possibili la stessa poderosa parvenza degli avvincenti scontri d'arti marziali delle precedenti avventure del grande Bruce. La scorrevolezza dal respiro ampio dello sviluppo del plot dai frequenti cambiamenti di tono se all'inizio potrebbe dare l'impressione di un'evidente frammentarietà dello script, pian piano focalizza convincentemente i precetti filosofici che caratterizzarono la vita professionale ed artistica di questa figura leggendaria della storia del cinema d'azione. La lotta finale all'interno della torre a più piani è infatti una schietta metafora della concezione teoretica di Lee nei confronti delle discipline di combattimento orientali, secondo cui l'apprendimento di abilità e stili di scontro corpo a corpo sempre differenti (qui si spazia dalle sotto-dottrine del kung-fu alle più sconosciute tecniche di battaglia coreane) porta ad una accrescimento delle proprie facoltà fisiche e spirituali che ci permettano di affrontare qualsiasi tipo di nemico ci si presenti di fronte. Fa un eccellente lavoro anche l'uso dell'indimenticabile main-theme di John Barry, specie nella lunga "ascensione" finale in cui il protagonista dovrà avversare i vari membri della mafia cinese. "L'ultimo combattimento di Chen" è abbastanza debole nella scrittura e ha una direzione schematica, ma se preso in considerazione come trattato definitivo di commemorazione verso il personaggio a cui è dedicato, può vantarsi certamente la qualità di poter conquistare i cuori dei fan.

 

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati